Passa ai contenuti principali

Imagine - John Lennon

imagine_john_lennon

Imagine: Un testo semplice dal significato profondo

Interpretare il capolavoro del maestro John Lennon non è molto difficile. Coglierne il senso più profondo forse lo è un poco di più. Cominciamo col dire che il testo, come la musica, di questa canzone sono stati semplificati all'estremo. Quasi naif! Non che il cantante inglese non avesse gli strumenti letterari o musicali per creare un brano più complesso, ma, a volte, il genio sta proprio qua: passare un messaggio forte, complesso e profondo utilizzando parole semplici e alla comprensibili a tutti. Un po' come le parabole del vangelo.

Una canzone per chi non ha rinunciato a sognare

Le prime quattro righe di testo ci calano subito nell'atmosfera della canzone. Per prima cosa la parola "imagine", ovvero "immagina", che ripetuta all'ossessione ci invita a sognare. Sono passati gli anni della fantasia al potere, ma il maestro ci invita a non smettere di sognare, perchè i problemi non sono stati risolti. Anzi... Ma, sullo stile di Bob Dylan, non si scende sul pratico, non si parla di Vietnam o Corea, ma si parla di paradiso e inferno.

Imagine there's no heaven
It's easy if you try
No hell below us
Above us only sky
 che si potrebbero tradurre come:
immagina che non ci sia il paradiso
è facile se ci provi
nessun inferno sotto di noi
solo celo sopra di noi

John Lennon ci invita ad immaginare un mondo senza divisioni

Sono tre i messaggi di questo brano, e già da qui ne emerge il primo. L'invito a pensare ad un mondo senza divisioni, tra paradiso e inferno, ricchi e poveri, giusto e sbagliato, buono cattivo, islamici e cristiani, ... Si, perché le divisioni sono sempre alla base di odio, violenza e razzismo. Pensiamoci bene, in questo secolo si è ucciso per la politica, per la religione, per il denaro e, per quanto possa sembrare assurdo, anche per appartenenza calcistica. In altre parole, l'ex Beatles arriva ad immaginare un mondo senza religioni non perché la religione sia di per se stesso un male, ma perché la religione è già motivo di divisione.

L'invito a guardare la realtà

Il secondo messaggio lo si evince molto bene dalla frase: "immagina che ci sia solo cielo sopra di noi". Sembra un paradosso, visto che di fatto sopra di noi c'è solo il cielo (magari con i relativi astri). La forza della frase sta proprio qui: tutte queste cose, paradiso e inferno, Gesù e Maometto, Inter e Milan, non esistono. Ce le siamo inventate noi, e ci hanno fatto perdere il senso della realtà. Anzi, ci hanno addirittura impedito di apprezzare la bellezza del mondo, che già così potrebbe essere il paradiso terrestre. Immaginate che bello il mondo se rinunciassimo a tutte queste invenzioni e imparassimo a goderne della sua semplicità. Mi piace ricordare, in questo contesto, la bella frase di Terzani: "non è Dio che ci ha fatti a sua immagine e somiglianza, siamo noi che abbiamo fatto Dio a nostra immagine e somiglianza. Non è Dio che ci giudica, siamo noi".

John Lennon ci invita a pensare ad un mondo migliore.

You may say I'm a dreamer
But I'm not the only one
I hope someday you'll join us
And the world will be as one
che significa letteralmente:
puoi pensare che io sia un sognatore
ma non sono il solo
io spero che un giorno tu ti unirai a noi
e che il mondo diventi un tutt'uno
Non pensate alla prima cosa che vi viene in mente. Non è lo slogan di un partito che ti invita a credere in un ideale a cui appartengono già molte persone... C'è una sfumatura! Ci dice semplicemente: credi in queste cose, anche se sembrano ingenue! Non aver paura di essere solo, perché, anche se non lo vedi, altri la pensano come te... Ma attenzione, ripeto, non è un: "siamo in tantissimi..." e un "continua a sognare e non pensare di essere solo. La solitudine è solo un fatto mentale.".

La frase finale "and the world will be as one", il mondo sarà uno, indica un mondo senza divisioni. Un modo di tutti e condiviso da tutti. Il paradiso in terra, che, paradossalmente, potremo vedere solo rinunciando alle religioni.

Commenti

  1. Una canzone per me meravigliosa anche musicalmente. Ho tanti ricordi che affiorano ogni volta che l'ascolto.

    RispondiElimina
  2. Io sono troppo giovane per avere ricordi. Me la hanno spacciata sempre come una canzone di Natale. Effettivamente valeva la pena leggerne il testo, ha un significato molto alto

    RispondiElimina
  3. magari non ci fossero più guerre....

    RispondiElimina
  4. testo bellissimo e molto profondo...veramente ti aiuta a capire

    RispondiElimina
  5. Fornisco un'altra interpretazione alla canzone: http://www.significatocanzoni.it/imagine-john-lennon/

    RispondiElimina
  6. Questo potrà accadere quando tutti ci uniremo contro gli alieni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero, sembra che l'uomo non possa vivere senza un nemico!

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Sally - Vasco Rossi

Chi è Sally. Non tutti hanno capito che quando Vasco scrive una canzone autobiografica si nasconde sempre dentro un alter ego femminile. Ne sono esempi canzoni come Albachiara (prima delle critiche andatevi a leggere il mio post "Albachiara non è una canzone d'amore), Jenny è pazza o brava Giulia, tanto per citarne qualcuna. Sally è uno di questi alter ego. Si tratta di una delle canzoni più riuscite del rocker di Zocca, tanto che egli stesso ha dichiarato in un'intervista che a volte vorrebbe fare un concerto solo per poter cantare questa canzone.

Classifica delle 100 migliori canzoni italiane di sempre

Disclamer: fare una simile classifica è sempre una cosa sciocca. Il risultato sarà sempre e comunque sindacabile. Allora perché la faccio? Così, per ingannare il tempo e divertirmi un po. Bello sarebbe anche se desse l'inizio ad un sano dibattito. Non cadiamo nel tranello di dare il via a sterili litigi. Per chi volesse esistono già numerosi siti dove litigare.
Stilare una simile classifica non è facile ed il risultato dipende esclusivamente dai parametri che si intendono utilizzare. Quelli a cui mi andrò a riferire sono:

successo della canzoneimpatto sociale nel momento in cui è stata pubblicatalongevità del successouniversalità del messaggio e del suonoprofondità del testocapacità di superare le barriere del tempo. Ogni volta che rileggo la classifica ci farei dei cambiamenti. Questo perché certi fenomeni sociali riescono a far tornare verde un messaggio mentre altri, col tempo, perdono la loro forza. Di fronte all'attuale crisi europea, chi non ha trovato attuali le canzoni…

Stupendo - Vasco Rossi

Il testamento spirituale di Massimo Riva. Stupendo è una delle mie canzoni preferite del grande Blasco! La musica è sua, ma, questa volta, al testo ci ha messo le mani un immenso Massimo Riva. Autore già di altri testi capolavoro come "dormi dormi" e "non mi va". La canzone assume un significato ancora più forte se si considera che di li a poco il grande autore/chitarrista morirà di overdose. Morire di overdose nel 1999, più che una morte accidentale, sembra un suicidio. Questo da ancora più forza e credibilità ad un testo che parla del male di vivere e del sentirsi inadeguati per questa società marcia e corrotta. Lo voglio sottolineare perché troppo spesso abbiamo scoperto che presunti artisti maledetti, una volta spente le telecamere, facevano una vita da yuppies. Mi viene in mente qualcuno che fino a ieri cantava canzoni come "nessuno" e oggi "comunisti col rolex". Una brutta ipocrisia che rafforza ancor di più la, già sgradevole, sensazione…