Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2018

Clandestino - Manu Chao

L'Ex Mano Negra diventa "clandestino" Il titolo è molto facile da tradurre dallo spagnolo: clandestino si traduce clandestino. Geniale vero? Si tratta del primo album da solista da parte dell'ex cantante dei Mano Negra, di un grande successo commerciale e di una chiara presa di posizione politica da parte dell'autore, che verrà definitivamente confermata con la presenza alle manifestazioni di protesta avvenute durante il G8 di Genova. Non che le stesse posizioni non fossero già state ampiamente chiarite durante la sua permanenza all'interno della band (della quale ricordo la tournee/album "America Perdida"), ma qui ha confermato di voler continuare a camminare nella stessa direzione anche da solo.

Gli spari sopra - Vasco Rossi

Una cover di Celebrate degli An Emotional Fish Strano, ma vero: il cantautore di Zocca, che è sempre stato una fucina di idee, arte e innovazione, questa volta ci ha deliziato con una riuscitissima cover della canzone "celebrate" degli An Emotional Fish. Siccome Internet ha donato la parola a cani e porci, forse è il caso di chiarire un concetto: esiste una differenza tra cover e plagio. Il plagio è quando rubo l'idea di un altro artista e la ripropongo come se fosse mia. Il più celebre caso di plagio nel mondo della musica è, probabilmente, "Surfin' USA" dei the Beach Boys, clamorosamente copiata da "Sweet Little Sixteen" di Chuck Berry. Famosa anche perché la causa si è protratta per decenni (la sentenza che da ragione al grande chitarrista è arrivata pochi anni fa). Una cover invece è quando un artista decide di reinterpretare la canzone di un altro. Un esempio potrebbe essere Fiorella Mannoia che reinterpreta Sally o Vasco Rossi che reinterp…

Save a Prayer - Duran Duran

Duran Duran: i Beatles degli anni 80. Per chi ha vissuto gli anni 80, almeno in parte, i Duran Duran rappresentano qualcosa di unico, speciale, inimitabile. E questo indipendentemente dal fatto che vi piacessero o meno: con la sfida Duran Duran vs Spandau Ballet si era riproposta la leggendaria sfida Beatles vs Rolling Stones degli anni '60. E i paragoni tra Duran Duran e Beatles in quel periodo si sprecavano. Oggi si parla tanto dei Queen al Live Aid, ma pochi sanno che è bastata la conferma di presenza da parte di Simon le Bon e compagni, per far triplicare il valore dei diritti televisivi. Mi sono spiegato? La band britannica da sola valeva il doppio di Madonna, Queen, Beatles, Rolling Stones, Bob Dylan, U2, Led Zeppelin, Dire Straits messi assieme!

Vivere - Vasco Rossi

Ogni grande autore ha delle canzoni che, più di altre, diventano le "the best of" della loro discografia. I Beatles hanno Yesterday e Let It be, i Rolling Stone Brown Sugar e Sactisfation, Bob Dylan Blowing in the wind e Like a Rolling Stones e potrei andare avanti con migliaia di altri esempi (i Righeira con Vamos a la playa, per citare anche degli italiani). Non è sempre detto però che si debba condividere la scelta. Ad esempio, secondo me, serenata Rap è uno dei pezzi peggio riusciti di Jovanotti, eppure è onnipresente ai concerti. In quest'ottica, la canzone di cui vado a parlare, è una bella canzone, un "the best of", ma non delle migliori del grande cantautore di Zocca. Eppure ne è entrata nell'olimpo, tanto da essere la canzone che il Vasco dedica a Massimo Riva ad ogni concerto (scelta discutibile, ma di questo ne parleremo dopo). Nota: mi si è fatto notare che ormai da anni la dedica a Massimo Riva viene fatta sul brano "canzone". È prob…

I migliori testi di Jovanotti

Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, ci ha sempre deliziato con dei testi poetici, ma soprattutto vari ed interessanti. Non è che tutti i testi dell'artista mi siano piaciuti, ma è indubbia l'originalità degli stessi. Credo che nessun musicista batta Jovanotti in questo campo, nemmeno de Andrè o Guccini. Attenzione, non dico che i suoi testi siano migliori dei loro, ma solo più originali. Sono originali e, all'apparenza, abbastanza semplici. O meglio, sembrano semplici, perché in realtà sono molto più profondi di quanto sembra. Attenzione che, a volte, per capirli fino in fondo, ci vuole un'intuizione. Trovata quella tutto si sbroglia con  facilità. Ecco perché, a differenza del solito, anziché dedicare un post per ogni canzone, ne faccio un'intera carrellata. Buon "ascolto".

Leggi anche