Passa ai contenuti principali

I belived in you - Skunk Anensie


Skunk Anansie - I believed in you

La nuova interpretazione di Skin, cantante degli Skunk Anansie.

I belived in you è la nuova canone cantata della fantastica Skin, cantante degli Skunk Anansie, che ci mette nuovamente davanti ad un testo e a della musica a dir poco sorprendente. 

Dire che la trovo bravissima è davvero poco, la seguo da così tanto tempo che credo di conoscere a memoria i testi di quasi tutte le sue canzoni. Ciò che più mi piace di lei è la passione che mette in tutti i suoi capolavori. La adoro!! XD

Significato di I belived in you.

Il titolo di questa fantastica canzone “I belived in you” in italiano si traduce in “credevo in te” e ora vado a spigarvi il testo.
I’d like to invite you
To this pretty little thing
Where the fruits of your labors
Are eaten by the queen
Yeah I’d like to bequest you
A seat with greedy boys
But I’m sorry,
I’m a stop you, at the door

Traduzione:

mi piacerebbe invitarti
in questa piccola cosa carina
dove i frutti delle tue fatiche
vengono mangiati dalla regina
yeah, vorrei lasciarti
sono seduto con dei ragazzi vogliosi
ma sono dispiaciuta
ti fermo alla porta
Sta dicendo che le piacerebbe invitarlo al festino che ha organizzato a casa sua con dei ragazzi vogliosi, ma che è stufa di vedere che le sue fatiche se le gustano altre donne perciò vuole lasciarlo e lo fa fermandolo davanti alla porta di casa urlandogli quanto segue.
I believed in you
Well, I was wrong
I believed you’d make me better
I was wrong
I believed you’d shine your light and save my world
Like Superman or God
I believed in you
Well, I was wrong

Traduzione

credevo in te
bene, mi sbagliavo
credevo che tu mi avresti fatta diventata migliore
mi sbagliavo
credevo nello splendore della tua luce e che avresti salvato il mio mondo
come un super eroe o come Dio
credevo in te
bene, mi sbagliavo
Mentre sto poveraccio è bloccato alla porta lei gli urla che credeva che con lui lei sarebbe diventata una persona migliore, credeva che l’avrebbe salvata dalla noia quotidiana come farebbe un super eroe o addirittura un Dio, ma si rende conto che si sbagliava. Lo aveva messo su un piedistallo che non meritava.
Will you do me the favor?
Go slit your skinny throat
Let your blood flow freely
So all your boys can choke
As I rise to defeat you
On revolution role
Where your rules and your failures
Will show

Traduzione:

mi farai il favore?
vai a tagliarti la tua gola
lascia che il sangue scorra liberamente
cosicché tutti i tuoi ragazzi potranno soffocare
come io risalgo dalla tua sconfitta
nella rivoluzioni delle parti
dove le tue regole e i tuoi fallimenti
saranno visibili

Con grande cortesia, come si addice alle grandi signore, gli chiede se può andare a tagliarsi la gola e di non tamponare la fuoriuscita del sangue così che i suoi amici contrabbandieri vengano soffocati e muoiano insieme a lui. Così dalla sua sconfitta lei risorgerà perché si saranno invertite le parti e le sue regole e i suoi fallimenti potranno essere visti da tutti.
Oh I hope, when you’re sleeping
Your guns are close at hand
Who knows who’s cheating
To steal your contraband
That you gained in abundance
From cattle living poor
One day the would take it, no more
Traduzione:

oh, io spero che quando tu stai dormendo
la tua pistola sia ben salda nella tua mano
chissà chi ti sta imbrogliando
per rubare il tuo contrabbando
che hai guadagnato in abbondanza
dal bestiame dei poveri 
un giorno il mondo se li prenderà, niente più

Spera per lui che quando va a letto abbia sempre ben saldo in mano il manico della pistola perché prima o poi qualcuno, probabilmente proprio lei, lo boicotterà per prendersi il suo ricco bottino che ha guadagnato facendo il contrabbandiere e sfruttando i piccoli bottini delle persone povere. Crede che un giorno qualcuno si riprendere il mal tolto e lui rimarrà senza più niente.

La canzone finisce con il ritornello sopra citato dove dice che credeva in lui ma evidentemente si sbagliava.


Commenti

  1. In realtà la canzone è un'invettiva contro Tony Blair e l'intera classe politica inglese del momento. I riferimenti sono alla regina (Queen) ai laburisti (labour) etc. e a tutti i fallimenti che sono riusciti a creare.
    Ciao

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Sally - Vasco Rossi

Chi è Sally. Non tutti hanno capito che quando Vasco scrive una canzone autobiografica si nasconde sempre dentro un alter ego femminile. Ne sono esempi canzoni come Albachiara (prima delle critiche andatevi a leggere il mio post "Albachiara non è una canzone d'amore), Jenny è pazza o brava Giulia, tanto per citarne qualcuna. Sally è uno di questi alter ego. Si tratta di una delle canzoni più riuscite del rocker di Zocca, tanto che egli stesso ha dichiarato in un'intervista che a volte vorrebbe fare un concerto solo per poter cantare questa canzone.

Classifica delle 100 migliori canzoni italiane di sempre

Disclamer: fare una simile classifica è sempre una cosa sciocca. Il risultato sarà sempre e comunque sindacabile. Allora perché la faccio? Così, per ingannare il tempo e divertirmi un po. Bello sarebbe anche se desse l'inizio ad un sano dibattito. Non cadiamo nel tranello di dare il via a sterili litigi. Per chi volesse esistono già numerosi siti dove litigare.
Stilare una simile classifica non è facile ed il risultato dipende esclusivamente dai parametri che si intendono utilizzare. Quelli a cui mi andrò a riferire sono:

successo della canzoneimpatto sociale nel momento in cui è stata pubblicatalongevità del successouniversalità del messaggio e del suonoprofondità del testocapacità di superare le barriere del tempo. Ogni volta che rileggo la classifica ci farei dei cambiamenti. Questo perché certi fenomeni sociali riescono a far tornare verde un messaggio mentre altri, col tempo, perdono la loro forza. Di fronte all'attuale crisi europea, chi non ha trovato attuali le canzoni…

Stupendo - Vasco Rossi

Il testamento spirituale di Massimo Riva. Stupendo è una delle mie canzoni preferite del grande Blasco! La musica è sua, ma, questa volta, al testo ci ha messo le mani un immenso Massimo Riva. Autore già di altri testi capolavoro come "dormi dormi" e "non mi va". La canzone assume un significato ancora più forte se si considera che di li a poco il grande autore/chitarrista morirà di overdose. Morire di overdose nel 1999, più che una morte accidentale, sembra un suicidio. Questo da ancora più forza e credibilità ad un testo che parla del male di vivere e del sentirsi inadeguati per questa società marcia e corrotta. Lo voglio sottolineare perché troppo spesso abbiamo scoperto che presunti artisti maledetti, una volta spente le telecamere, facevano una vita da yuppies. Mi viene in mente qualcuno che fino a ieri cantava canzoni come "nessuno" e oggi "comunisti col rolex". Una brutta ipocrisia che rafforza ancor di più la, già sgradevole, sensazione…