Passa ai contenuti principali

Losing My Religion - R.E.M.


copertina album REM out of time
Titolo: Losing my religion
Artista: r.e.m.
Album: Out of Time
Titolo tradotto: Perdendo la mia religione
Ho conosciuto questo brano grazie al mio insegnante di chitarra, che lo ha scelto per me come pezzo da eseguire al saggio di fine anno della nostra scuola di musica. Non ho più potuto fare a meno di ascoltarla, per la verità e la profondità del messaggio.
Leggendo la rivista “Rolling Stone”, sono venuta a sapere che, nella classifica delle 500 migliori canzoni di sempre, Losing My Religion è la 170esima. D’altronde, ci si poteva aspettare di meno dalla canzone più famosa dei R.E.M.? 
L’espressione “perdere la mia religione” è molto usata nel sud degli stati uniti per dire di aver perso la pazienza; a differenza di quello che molti sono portati a pensare, la canzone, non riguarda tematiche religiose, (pur contenendo anche il video stesso immagini sacre), ma di un amore finito, di una delusione, di una fiducia riposta nella persona sbagliata, sogni e speranze infranti. Il testo è tipico del carattere particolarmente enigmatico di Michael Stipe, che ha voluto provocare i media soprattutto con il video realizzato da Tarsem Singh, al punto che, quando nel ’91 uscì in Irlanda venne censurato, a causa delle menti bigotte della gente. Ricordo che R.E.M. prende il nome dalla fase del sonno in cui si fanno i sogni, che viene chiamata appunto "Rapid Eyes Movement".


Testo della canzone:
Oh, life is bigger
It’s bigger than you
And you are not me
The lengths that I will go to
The distance in your eyes
Oh no, I’ve said too much
I set it up
That’s me in the corner
That’s me in the spotlight, I’m
Losing my religion
Trying to keep up with you
And I don’t know if I can do it
Oh no, I’ve said too much
I haven’t said enough
I thought that I heard you laughing
I thought that I heard you sing
I think I thought I saw you try
Every whisper
Of every waking hour I’m
Choosing my confessions
Trying to keep an eye on you
Like a hurt lost and blinded fool, fool
Oh no, I’ve said too much
I set it up
Consider this
Consider this
The hint of the century
Consider this
The slip that brought me
To my knees failed
What if all these fantasies
Come flailing around
Now I’ve said too much
Chorus
But that was just a dream
That was just a dream
That’s me in the corner
That’s me in the spotlight, I’m
Losing my religion
Trying to keep up with you
And I don’t know if I can do it
Oh no, I’ve said too much
I haven’t said enough
Chorus
But that was just a dream
Try, cry, why try?
That was just a dream
Just a dream, just a dream
Dream.
-I versi evidenziati in grassetto, fanno capire la tristezza,
l’amarezza e il vero significato della canzone, l’amore perduto.- 

          Traduzione
La vita è grande è più grande di te
e tu non sei me le distanze che devo percorrere le distanze dentro i tuoi occhi

-Qui l’artista vuole dire che ha perso troppo tempo con lei, e ci sono tante cose nella vita che può vivere, ma lei glielo impedisce.-
oh no, ho già detto sin troppo ho detto tutto

-le confessa quello che prova, che si sente quasi imprigionato, si lascia scappare che vuole lasciarla.-
Sono io quello messo all’angolo sono io quello sotto la luce dei riflettori mentre perdo quello in cui credotentando di starti dietro e non so se se riesco a farcela
-vuole lasciarla ma non sa se ce la fa.-
oh no, ho già detto sin troppo non ho detto abbastanzacredevo di averti sentito ridere credevo di averti sentito cantare pensavo di averti visto tentare.

-credeva che anche lei fosse disposta a cambiare per lui, e invece la cosa era a senso unico.-
In ogni sussurrodi ogni ora di veglia io sto scegliendo le mie confessioni tentando di mantenere il mio sguardo su di te-non sa cosa fare, vuole lasciarla ma la ama.-come una ferita non rimarginata e un pazzo bendato.oh no, ho già detto sin troppo ho detto tutto.Considera questo il consiglio del secolo considera questo l’errore che mi ha fatto piegare le ginocchia.- per lui è finita e dice basta.- Se tutte queste fantasie colpiscono ripetutamente attorno adesso io ho detto sin troppo. Credevo di averti sentito ridere credevo di averti sentito cantare pensavo di averti visto tentare.


Commenti

  1. Assolutamente fantastica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il commento lo ha scritto una mia allieva di 14 anni. Mi piace vedere che ai giovani piacciano ancora queste canzoni

      Elimina
  2. Bel blog... complimenti il testo sembra essere stato tradotto molto bene:)

    RispondiElimina
  3. Traduzione, spiegazione e commenti fantastici. Strabiliante...

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Sally - Vasco Rossi

Chi è Sally. Non tutti hanno ancora capito che quando Vasco scrive una canzone autobiografica si nasconde sempre dentro un alter ego femminile. Ne sono esempi canzoni come Albachiara (il cantante di Zocca che parla della sua diversità) o Jenny è pazza (il cantante che, come molti adolescenti, passa le ore chiuso in camera, inducendo gli altri a credere nella sua pazzia). Sally è uno di questi alter ego. Si tratta di una delle canzoni più riuscite del rocker, tanto che egli stesso ha dichiarato in un'intervista che a volte vorrebbe fare un concerto solo per cantare questo brano.

My way - traduzione e significato testo

Non ho specificato My way - Frank Sinatra poichè il testo è stato scritto da Paul Anka sulle note di "Comme d'habitude" di Claude Francois. Però il cantante canadese non si è limitato a tradurre il brano, ma lo ha riscritto da capo. Il testo di Paul Anka è quello che canteranno Elvis Presley, Mirelle Mathieu, Nina Hagen, Michael Buble, Sid Vicius e, naturlamente, The Voice. Noi faremo riferimento a questa versione.

Stupendo - Vasco Rossi

Il testamento spirituale di Massimo Riva. Questa è una delle mie preferite. La musica è del grande cantautore, ma, questa volta, al testo ci ha messo le mani il grandissimo Massimo Riva. Autore già di altri testi capolavoro come "dormi dormi" e "non mi va". La canzone assume un significato ancora più forte se si considera che di li a poco il grande autore/chitarrista morirà di overdose. Lo voglio sottolineare perchè troppo spesso abbiamo scoperto che presunti artisti maledetti, una volta spente le telecamere, facevano una vita da yuppies. Una brutta ipocrisia che rafforza ancor di più la, già sgradevole, sensazione di essere soli ed incompresi. Massimo riva in questo brano ha posto l'accento sul proprio malessere, sul male di vivere in una società che non condivideva i suoi valori. Di provare, letteralmente, il vomito nel vedere come molti dei ribelli degli anni 70 si sia perfettamente integrati in questo modello di potere. La sua morte/suicidio è stato come u…