Passa ai contenuti principali

Hanno ammazzato Pablo - Francesco de Gregori

hanno ammazzato pablo de gregori

Un testo col significato nascosto

Un testo davvero enigmatico, all'apparenza quasi incomprensibile. Eppure ti lascia intendere che dietro c'è qualcosa di profondo e ti motiva ad approfondire. In realtà una volta chiariti alcuni concetti alla base del testo, tutto diventa magicamente chiaro. Ad essere sincero mi manca ancora qualche passaggio, ma lo pubblico lo stesso, sperando che qualcuno contribuisca a chiarirlo fino in fondo.

Francesco de Gregori ci parla di miseria

Strofe che recitano "mio padre seppellito un anno fa", "nessuno più a coltivare la vite" e "i troppi figli da sfamare" ci fanno subito immaginare una poverissima famiglia di agricoltori, alla quale è venuta a mancare la principale fonte di sostentamento. Ecco allora che per rabbia o per amore il protagonista è costretto ad emigrare, con la famigerata valigia di cartone. È dura emigrare e "lo spago" che tiene insieme la valigia di cartone sono l'amore verso la famiglia e la rabbia sociale a cui è condannato il proletariato (ricordate il bandito e il campione? Sante Pollastri e Girardengo, che correvano per rabbia o per amore?).

Chi è Pablo, che è stato ammazzato e che è ancora vivo?

Arrivato a destinazione conosce Pablo. Ma chi è questo Pablo? Frasi come "parlava strano e io non lo capivo", "il padrone non sembrava poi cattivo", "il pane con lui lo dividevo", ... mi fanno pensare ad un comunista. Un comunista che, probabilmente, lo vuole indottrinare, ma che il protagonista, a causa della propria ignoranza, non riesce a capire. Non capisce perché il padrone è cattivo (in fondo gli passa uno stipendio), il parlare strano (ricordate il linguaggio degli anni '70? Il SIM? La presa di coscienza?). Hanno ammazzato Pablo, Pablo è vivo" mi ricorda invece una frase attribuita ad Ernesto Guevara: "sparami, ucciderai solo un uomo". Come dire, Pablo è stato ucciso, ma le sue idee restano vive. Esiste anche un'altra opinione a riguardo. Qualcuno sostiene che Pablo sia diventato sindacalista, e quindi che il Pablo combattente sia morto, ed è invece vivo il nuovo Pablo, quello che si è venduto al padrone.

Un testo ricco di immagini

Altre frasi in questo contesto acquistano significato: Pablo tradisce la moglie ovvero è insoddisfatto della sua vita (forse a sottolineare che alcuni diventano estremisti perché vivono un grande disagio interiore), la svizzera verde è la Marijuana, la moglie ingrassata rappresentano gli anni che passano senza che niente cambi, ma che lentamente rendono tutto più brutto.

Testo di Hanno ammazzato Pablo di Freancesco de Gregori.

Mio padre seppellito un anno fa,
nessuno più a coltivare la vite.
Verderame sulle sue poche unghie
e troppi figli da cullare.
E il treno io l'ho preso e ho fatto bene.
Spago sulla mia valigia non ce n'era,
solo un pò d'amore la teneva insieme,
solo un pò di rancore la teneva insieme.

Il collega spagnolo non sente, non vede,
ma parla del suo gallo da battaglia
e la latteria diventa terra.
Prima parlava strano ed io non lo capivo,
però il pane con lui lo dividevo
e il padrone non sembrava poi cattivo.

Hanno pagato Pablo, Pablo è vivo!
Hanno pagato Pablo, Pablo è vivo!
Hanno pagato Pablo, Pablo è vivo!
Hanno pagato Pablo, Pablo è vivo!

Con le mani io posso fare castelli,
costruire autostrade, parlare con Pablo,
lui conosce le donne e tradisce la moglie.
Con le donne e il vino e la Svizzera verde.
E se un giorno è caduto, è caduto per caso
pensando al suo gallo o alla moglie ingrassata
come da foto.

Prima parlava strano ma io non lo capivo,
però il fumo con lui lo dividevo
e il padrone non sembrava poi cattivo.

Hanno ammazzato Pablo, Pablo è vivo!
Hanno ammazzato Pablo, Pablo è vivo!
Hanno ammazzato Pablo, Pablo è vivo!
Hanno ammazzato Pablo, Pablo è vivo!
Hanno ammazzato Pablo, Pablo è vivo!

Commenti

  1. Mi verrebbe da pensare che questo Pablo sia in realtà davvero un "collega", probabilmente dalle idee più rivoluzionarie del protagonista, però poi i dubbi interpretativi, da qui in poi (dalla citazione di questo collega spagnolo) aumentano. Ritengo si possa immaginare che anche questo Pablo condividesse con il protagonista alcune sue vicissitudini, la foto della moglie mi fa pensare ad un rapporto a distanza e quindi a un altro soggetto che è stato costretto ad emigrare e ricorda ciò che ha lasciato nel suo Paese di origine. "Hanno pagato Pablo, Pablo è vivo", qui davvero ho un grande dubbio: hanno tentato di mettere a tacere le sue idee con del denaro o con una posizione di potere, che lo stesso ha rifiutato (Pablo è vivo) e quindi è stato ucciso, pur rimanendo in vita le sue idee (hanno ammazzato Pablo, Pablo è vivo) oppure "hanno pagato Pablo" e "hanno ammazzato Pablo" sono per certi versi, l'uno la conseguenza dell'altro? Cioè, accettando il denaro di una posizione di potere (ad esempio il sindacalista), Pablo è stato ammazzato e rivivono solo più i suoi ideali (o il nuovo Pablo corrotto)? Chi sceglie la prima interpretazione vedrà nel termine "caduto" il vero senso letterale della parola (è caduto portando avanti la sua battaglia e i suoi ideali vivono ancora), chi invece opta per la seconda vedrà un soggetto che, forse frustrato dal passare del tempo che senza cambiare le cose le rende solo più brutte (la moglie ingrassata), accetta la comodità di una posizione di potere e così viene "ammazzato", pur rivivendo sotto nuove forme. Sarei propenso a ritenere la seconda interpretazione quella più corretta, ma non saprei dire esattamente il perché, forse tutta l'atmosfera musicale e testuale della canzone da l'idea di una triste malinconia nella quale si parte per un motivo (mantenere la famiglia, nobile motivo) e si finisce con l'essere corrotti dal tempo e dalle circostanze (altre donne, il vino, la Svizzera verde - marijuana) e così anche gli ideali si perdono e vengono corrotti pur rimanendo vivi, come vivo rimane Pablo, pur ammazzato in ciò che era quando decise di emigrare e quando iniziò ad avere ideali di libertà, poi incanalati in modo da non essere "pericolosi"...Impossibile non pensare a "il bombarolo" e "Agapito Malteni", tre modi diversi di descrivere situazioni e sentimenti analoghi, ma qui mi fermo, altrimenti potrei scrivere un libro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Interessante. Ancora una cosa che butto li: a volte si impazzisce nel domandarsi il perchè di certe frasi. Ad esempio "hanno pagato pablo, pablo e vivo". E se l'autore le avesse messe li un po a caso? Senza un significato preciso?

      Elimina
    2. Vista nel senso che ho descritto sopra, la "corruzione" che intacca il valore puro di un ideale è posta in analogia con il tradimento della "moglie", che rappresenta in fondo la famiglia e presumibilmente il motivo per cui, anche Pablo, come il protagonista, decise di emigrare. E così come viene intaccato il suo originario intento con il tempo che rovina le cose (la moglie ingrassata) allo stesso modo il suo originario ideale di libertà e di difesa dei più deboli viene "incanalato" dal sistema del potere, che in questo modo si rinnova. Pablo è stato pagato ed è stato ammazzato, eppure è vivo, può significare sia che è cambiato il vecchio Pablo dagli ideali puri (che quindi è stato ammazzato ma rivive sotto nuove forme) sia che il potere si è rinnovato, per dirla alla De André, il potere che in fondo vive di sovversioni per potersi rinnovare. Questa è, credo, un'interpretazione che consente di dare coerenza all'intero testo. Se infatti pensiamo alle parole "prima parlava strano" viene quasi da concludere che ora invece parla diversamente, d'altronde "è vivo" il nuovo Pablo vive e il potere, come ho già detto più volte, si è rinnovato. Vorrei ancora porre l'accento sul fatto che, è evidente, con le mani non si può certo parlare con qualcuno..."con le mani io posso fare e......parlare con Pablo". Questa frase è collocata dopo che "hanno pagato Pablo", personalmente non credo sia casuale questa scelta...E' come se Pablo fosse diventato il tramite tra i suoi superiori e i suoi ormai ex colleghi (forse un sindacalista?), colleghi coi quali, lo si legge, non divide più nulla (il pane ed il fumo con lui li "dividevo"). Ora le mani possono arrivare al massimo a parlare con Pablo e nulla più che non sia costruire e rendersi """utili""". Inoltre prima Pablo "parlava strano però pane e fumo con lui li dividevo", ora "conosce le donne e tradisce la moglie" e, con essa, i suoi originari ideali. Questa la mia personalissima interpretazione, senza pretese!
      Non saprei dirti se certe frasi siano messe a caso...non credo, o meglio...quanto meno sono messe volutamente a caso, un po' come faceva Rino Gaetano, le cui canzoni apparentemente senza senso avevano significati ben taglienti! Ps: sono l'anonimo di sopra! XD

      Elimina
  2. De Gregori ha spiegato spesso il significato di Pablo, ad esempio nella fondmaentale intervista di Michelangelo Romano del 1976 poi pubblicata nel volume "Francesco De Gregori. Un mito" pubblicata da Lato Side (la parte su "Pablo" si trova a pagina 63). Un muratore italiano emigra in Svizzera e lì conosce un collega spagnolo, Pablo, che dopo qualche tempo muore in un incidente sul lavoro, cadendo da un'impalcatura. La canzone quindi si ricollega a "L'operaio Gerolamo", e non certo a caso il coautore della musica di "Pablo" è proprio Lucio Dalla

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. Pablo è Pablo Neruda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A parte il nome, e una certa filosofia comunista, non ci vedo nessun riferimento

      Elimina
  6. Pablo = Pueblo, il popolo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo merita una riflessione. Ci costringerebbe a rivedere l'intero articolo

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Sally - Vasco Rossi

Chi è Sally. Non tutti hanno capito che quando Vasco scrive una canzone autobiografica si nasconde sempre dentro un alter ego femminile. Ne sono esempi canzoni come Albachiara (prima delle critiche andatevi a leggere il mio post "Albachiara non è una canzone d'amore), Jenny è pazza o brava Giulia, tanto per citarne qualcuna. Sally è uno di questi alter ego. Si tratta di una delle canzoni più riuscite del rocker di Zocca, tanto che egli stesso ha dichiarato in un'intervista che a volte vorrebbe fare un concerto solo per poter cantare questa canzone.

Classifica delle 100 migliori canzoni italiane di sempre

Disclamer: fare una simile classifica è sempre una cosa sciocca. Il risultato sarà sempre e comunque sindacabile. Allora perché la faccio? Così, per ingannare il tempo e divertirmi un po. Bello sarebbe anche se desse l'inizio ad un sano dibattito. Non cadiamo nel tranello di dare il via a sterili litigi. Per chi volesse esistono già numerosi siti dove litigare.
Stilare una simile classifica non è facile ed il risultato dipende esclusivamente dai parametri che si intendono utilizzare. Quelli a cui mi andrò a riferire sono:

successo della canzoneimpatto sociale nel momento in cui è stata pubblicatalongevità del successouniversalità del messaggio e del suonoprofondità del testocapacità di superare le barriere del tempo. Ogni volta che rileggo la classifica ci farei dei cambiamenti. Questo perché certi fenomeni sociali riescono a far tornare verde un messaggio mentre altri, col tempo, perdono la loro forza. Di fronte all'attuale crisi europea, chi non ha trovato attuali le canzoni…

Stupendo - Vasco Rossi

Il testamento spirituale di Massimo Riva. Stupendo è una delle mie canzoni preferite del grande Blasco! La musica è sua, ma, questa volta, al testo ci ha messo le mani un immenso Massimo Riva. Autore già di altri testi capolavoro come "dormi dormi" e "non mi va". La canzone assume un significato ancora più forte se si considera che di li a poco il grande autore/chitarrista morirà di overdose. Morire di overdose nel 1999, più che una morte accidentale, sembra un suicidio. Questo da ancora più forza e credibilità ad un testo che parla del male di vivere e del sentirsi inadeguati per questa società marcia e corrotta. Lo voglio sottolineare perché troppo spesso abbiamo scoperto che presunti artisti maledetti, una volta spente le telecamere, facevano una vita da yuppies. Mi viene in mente qualcuno che fino a ieri cantava canzoni come "nessuno" e oggi "comunisti col rolex". Una brutta ipocrisia che rafforza ancor di più la, già sgradevole, sensazione…