Passa ai contenuti principali

Guns'n'roses - one in a million

come axl il cantante di one in a million si è ridotto oggi

I Guns'n'roses e il razzismo.

Questo testo è passato inosservato nel nostro paese, dove siamo poco avvezzi alla lingua Inglese, ma nella "più grande democrazia" del mondo ha scatenato un polverone. Difficile, davvero difficile, trovare un testo razzista così diretto ed esplicito. Lo dico subito, prima che qualche flamer venga qui ad insultarmi, Axl ha tentato più volte di giustificare il testo, spiegando che il suo non voleva essere razzismo, che voleva solo immortalare in una canzone l'impressione che gli hanno fatto i barboni appena arrivato a Los Angeles. Le scuse mi sembrano ridicole, comunque di seguito metto il testo, poi giudicherete voi.
Guess I needed sometime to get away
I needed some piece of mind
Some piece of mind that’ll stay
So I thumbed it down to Sixth and L.A.
Maybe a Greyhound could be my way
Fin qui niente di strano. Il nostro eroe ha bisogno di un po di svago ed esce per la sesta strada della città degli Angeli per fare una passeggiata. Nota: il termine Greyhound indica una razza di cane da caccia, ma, come mi avete fatto notare in un commento, anche gli autobus che si utilizzano per spostarsi da uno stato ad un altro. Quindi: "sto girando per LA, ma forse la cosa migliore sarebbe prendere un'autobus che mi porti in un altro stato".


Police and Niggers, that’s right
Get out of my way
Don’t need to buy none of your
Gold chains today
I don’t need no bracelets
Clamped in front of my back
Just need my ticket; ’til then
Won’t you cut me some slack?
Possiamo tradurlo come:
Polizziotti e Negri (sporco negro sarebbe una traduzione più federe di nigger), va bene
toglietevi dai piedi
non devo comprare le vostre collane d'oro
non ho bisogno di braccialetti
guardami il culo (la schiena nel testo)
mi basta il mio biglietto, pquidni
toglietevi dai piedi

Il giudizio di Axl sulla gente di colore e sui polizziotti.


You’re one in a million
Yeah, that’s what you are
You’re one in a million, babe
You’re a shooting star
Maybe someday we’ll see you
Before you make us cry
You know we tried to reach you
But you were much too high
Much too high, much too high
Much too high, yes, ow!
Sei uno su un milione
si ecco cosa sei
sei uno su un milione bambino
se una stella in caduta (sarebbe cadente, ma tradotto così avrebbe un senso diverso)
forse un giorno ti vedremo
prima che tu ci faccia lacrimare
lo sai che abbiamo provato a raggiungerti (aiutarti)
ma ti eri troppo in alto
si troppo in alto! oh si!

Immigrants and fagets
They make no sense to me
They come to our country
And think they’ll do as they please
Like start some mini Iran
Or spread some fuckin’ disease
They talk so many goddamn ways
It’s all Greek to me
Immigranti e culattoni
per me non hanno alcun senso
vengono nel nostro paese
e pensano di essere liberi di fare quello che vogliono
vogliono creare un piccolo Iran
e spargere qualche fottuta malattia
parlano in un modo del cazzo
a me sembra tutto greco

Well some say I’m lazy
And others say that’s just me
Some say I’m crazy
I guess I’ll always be
But it’s been such a long time
Since I knew right from wrong
It’s all the means to an end, I
I keep it movin’ along


Bene, alcuni dicono che io sia pigro
altri che sono me stesso
altri che sono pazzo
spero di esserlo per sempre
ma ho capito da molto
da quando so la differenza tra giusto e sbagliato
uso tutti i mezzi per un fine
e io lo porto avanti

Radicals and Racists
Don’t point your finger at me
I’m a small town white boy
Just tryin’ to make ends meet
Don’t need your religion
Don’t watch that much T.V.
Just makin’ my livin’, baby
Well that’s enough for me
Radicali e razzisti
non puntatemi il dito addosso
sono un ragazzo bianco della campagna
cerco solo di tirare avanti
non ho bisogno della vostra religione
non guardo molta TV
mi faccio la mia strada, bambino
bene, tutto questo è abbastanza per me
Cosa dire al cantante dei Gun'n'roses?
Mi spiace che per lui la vita sia così dura, e che i neri e gli emigranti che se la passano davvero bene, non provino compassione per lui che combatte giorno per giorno per tirare avanti. Certo, a vedere in che condizioni è ridotto, magari qualcuno potrebbe dire le stesse cose di lui.
Non c'è l'ho con nessuno, e non è mia intenzione aprire un dibattito sul razzismo qui. Vogliamo solo parlare della canzone. Se poi qualcuno ritiene la mia interpretazione errata, lo ascolto volentieri.




Commenti

  1. ciao, Greyhound è anche il nome degli autobus di linea americani, quelli che nei film ti portano da uno stato all'altro..magari intendeva quello.

    Ciao

    RispondiElimina
  2. Secondo me hai ragione, procedo con la modifica del post.
    Grazie!

    RispondiElimina
  3. ciao ,concordo con te che sia il testo piu razzista in una delle canzoni piu belle... purtroppo:(, musicalmente intendo..
    secondo me dice, parlano tante dannate lingue...e non in un modo del cazzo..
    ciao mike

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai detto bene: un testo razzista in una delle canzoni più belle!

      Elimina
  4. Lui non è razzista e tanto meno omofobo. In questa canzone ha voluto esprimere come si è sentito dopo aver passato determinate esperienze. Un Iraniano lo ha aggredito perchè non piaceva come erano vestiti lui e Slash. Un ragazzo omosessuale gli ha offerto la casa, Axl non aveva un posto in cui dormire, e ha cercato di mettergli le mani addosso. Ha avuto sempre problemi con i poliziotti. Quando lui è arrivato nella città, dopo aver vissuto in campagna, si sentiva disorientato e c'erano degli uomini di colore che cercavno di vendergli merce rubata e droghe. Se è uscito tanto scalpore per questo testo è perchè non si sanno i fatti. Prima di dire che è razzista e omofobo, informatevi. Un saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto questo servirebbe a spiegare il perchè di un testo razzista e omofobo. Ma il testo resta tale, anche se ampiamente giustificato

      Elimina
  5. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  7. https://www.youtube.com/watch?v=i66tRkGKS7s

    RispondiElimina
  8. ...invece di soffermarti sulla grammatica rifletti sul senso....testo azzaccatissimo, guarda come è messa l'Italia e il resto dell'europa...si parla di negri e pulotti, ma oggi? Viva gli anni 80...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perfettemente ďaccordo

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Classifica delle 100 migliori canzoni italiane di sempre

Disclamer: fare una simile classifica è sempre una cosa sciocca. Il risultato sarà sempre e comunque sindacabile. Allora perché la faccio? Così, per ingannare il tempo e divertirmi un po. Bello sarebbe anche se desse l'inizio ad un sano dibattito. Non cadiamo nel tranello di dare il via a sterili litigi. Per chi volesse esistono già numerosi siti dove litigare.
Stilare una simile classifica non è facile ed il risultato dipende esclusivamente dai parametri che si intendono utilizzare. Quelli a cui mi andrò a riferire sono:

successo della canzoneimpatto sociale nel momento in cui è stata pubblicatalongevità del successouniversalità del messaggio e del suonoprofondità del testocapacità di superare le barriere del tempo. Ogni volta che rileggo la classifica ci farei dei cambiamenti. Questo perché certi fenomeni sociali riescono a far tornare verde un messaggio mentre altri, col tempo, perdono la loro forza. Di fronte all'attuale crisi europea, chi non ha trovato attuali le canzoni…

Stupendo - Vasco Rossi

Il testamento spirituale di Massimo Riva. Stupendo è una delle mie canzoni preferite del grande Blasco! La musica è sua, ma, questa volta, al testo ci ha messo le mani un immenso Massimo Riva. Autore già di altri testi capolavoro come "dormi dormi" e "non mi va". La canzone assume un significato ancora più forte se si considera che di li a poco il grande autore/chitarrista morirà di overdose. Morire di overdose nel 1999, più che una morte accidentale, sembra un suicidio. Questo da ancora più forza e credibilità ad un testo che parla del male di vivere e del sentirsi inadeguati per questa società marcia e corrotta. Lo voglio sottolineare perché troppo spesso abbiamo scoperto che presunti artisti maledetti, una volta spente le telecamere, facevano una vita da yuppies. Mi viene in mente qualcuno che fino a ieri cantava canzoni come "nessuno" e oggi "comunisti col rolex". Una brutta ipocrisia che rafforza ancor di più la, già sgradevole, sensazione…

Sally - Vasco Rossi

Chi è Sally. Non tutti hanno capito che, quando Vasco scrive una canzone autobiografica, si nasconde sempre dentro un alter ego femminile. Ne sono esempi canzoni come Albachiara (prima delle critiche andatevi a leggere il mio post "Albachiara non è una canzone d'amore), Jenny è pazza o brava Giulia (tanto per citarne qualcuna). Siccome continuo a ricevere insulti sui commenti, vi invito semplicemente ad andarvi a vedere la lunga intervista fatta a Bonolis dove spiega come ha scelto il nome Sally. Aggiunge pure che il suo alter ego è femminile perché "un uomo che non ha più voglia di fare la guerra" è una nullità, per cui ha scelto di nascodersi dietro un nome di donna. Io lo dicevo nel 2012 da questo blog (ma lo avevo capito molto prima), e, dopo 6 anni di futili insulti nei commenti, finalmente anche Vasco mi ha dato ragione. Non che ce ne fosse bisogno, il testo è molto chiaro, ma gli hater non sanno ascoltare. Si tratta di una delle canzoni più riuscite del rock…