Passa ai contenuti principali

Cambia-menti - Vasco Rossi

vasco rossi canta la canzone cambiamenti
Quanto e quante volte è cambiato Vasco Rossi nell'arco della sua carriera? E quanti lo hanno accusato di ipocrisia per questo? Come Guccini fece a suo tempo con l'avvelenata, ecco che anche il Komandante preferisce affidare la sua risposta ad una canzone.
Una canzone che è già un cambiamento di per se. A partire dalla musica, che stride ancora sotto le corde della chitarra di Stef Burns, ma che è molto addolcita dal sassofono e da un ritmo molto lento, quasi reggae. Anche al testo manca quel pizzico di cinismo, quasi cattiveria, a cui siamo abituati.
Ci sono cose che sono facili da cambiare e altre molto meno, ci dice il cantautore di Zocca. Ma la cosa più difficile da cambiare siamo noi stessi. Passiamo tutta la vita a commentare quello che non va, a volte facciamo qualcosa per cambiare le cose e gli altri. Ma se riuscissimo a cambiare noi stessi allora il mondo cambierebbe davvero. Cambierebbe perchè noi stessi avremmo una percezione diversa del mondo, cambierebbe perchè saremmo tutti migliori.
Che dire del Blasco dopo questo ennesimo cambiamento? So che mi attirerò l'ira dei fans più giovani, ma mi piaceva di più prima. Lo preferivo quando cantava la rabbia di chi a questo stato di cose non si era mai adeguato, e che lo voleva a tutti costi urlare. Giustamente con gli anni si diventa più introspettivi, e si capisce che la vera rivoluzione non si fa nelle piazze coi mitra, ma dentro di noi. Quindi non suoni come una condanna, dico solo che lo trovo più "debole" di una volta. 
D'altronde è anche vero che, un Vasco che cantasse ancora i temi di Vita Spericolata o Fegato Spappolato, sarebbe alquanto patetico. Quindi benvenuto nuovo Vasco, sono certo che riuscirai a dire qualcosa di speciale anche in queste nuove vesti.
Cambiare macchina è molto facile
Cambiare donna un po’ più difficile
Cambiare vita è quasi impossibile
Cambiare tutte le abitudini
Eliminare le meno utili
E cambiare direzione
Cambiare marca di sigarette
O cercare perfino di smettere
Non è poi così difficile
È tenere a freno le “passioni”
Non “farci prendere” dalle emozioni
E “non indurci in tentazioni”
Cambiare logica è molto facile
Cambiare idea già un po’ più difficile
Cambiare fede è quasi impossibile
Cambiare tutte le ragioni
Che ci hanno fatto fare gli errori
Non sarebbe neanche naturale
Cambiare opinione non è difficile
Cambiare partito è molto facile
Cambiare il mondo è quasi impossibile
Si può cambiare solo se stessi
Sembra poco ma se ci riuscissi
Faresti la rivoluzione
Vivere bene o cercare di vivere
Fare il meno male possibile
E non essere il migliore
Non avere paura di perdere
E pensare che sarà difficile
Cavarsela da questa situazione.

Commenti

Post popolari in questo blog

Sally - Vasco Rossi

Chi è Sally. Non tutti hanno ancora capito che quando Vasco scrive una canzone autobiografica si nasconde sempre dentro un alter ego femminile. Ne sono esempi canzoni come Albachiara (il cantante di Zocca che parla della sua diversità) o Jenny è pazza (il cantante che, come molti adolescenti, passa le ore chiuso in camera, inducendo gli altri a credere nella sua pazzia). Sally è uno di questi alter ego. Si tratta di una delle canzoni più riuscite del rocker, tanto che egli stesso ha dichiarato in un'intervista che a volte vorrebbe fare un concerto solo per cantare questo brano.

My way - traduzione e significato testo

Non ho specificato My way - Frank Sinatra poichè il testo è stato scritto da Paul Anka sulle note di "Comme d'habitude" di Claude Francois. Però il cantante canadese non si è limitato a tradurre il brano, ma lo ha riscritto da capo. Il testo di Paul Anka è quello che canteranno Elvis Presley, Mirelle Mathieu, Nina Hagen, Michael Buble, Sid Vicius e, naturlamente, The Voice. Noi faremo riferimento a questa versione.

Stupendo - Vasco Rossi

Il testamento spirituale di Massimo Riva. Questa è una delle mie preferite. La musica è del grande cantautore, ma, questa volta, al testo ci ha messo le mani il grandissimo Massimo Riva. Autore già di altri testi capolavoro come "dormi dormi" e "non mi va". La canzone assume un significato ancora più forte se si considera che di li a poco il grande autore/chitarrista morirà di overdose. Lo voglio sottolineare perchè troppo spesso abbiamo scoperto che presunti artisti maledetti, una volta spente le telecamere, facevano una vita da yuppies. Una brutta ipocrisia che rafforza ancor di più la, già sgradevole, sensazione di essere soli ed incompresi. Massimo riva in questo brano ha posto l'accento sul proprio malessere, sul male di vivere in una società che non condivideva i suoi valori. Di provare, letteralmente, il vomito nel vedere come molti dei ribelli degli anni 70 si sia perfettamente integrati in questo modello di potere. La sua morte/suicidio è stato come u…