Passa ai contenuti principali

Ragazzo inadeguato - Max Pezzali

Max Pezzali e i luoghi comuni.

Credo che il modo più credibile per mettere in discussione i luoghi comuni, sia quello di sfatarli partendo proprio da essi.
Ed è proprio ciò che fa Max Pezzali in questa canzone.
Un altro punto di forza del testo è la capacità di non farsi imbrigliare da essi.
Lo si capisce soprattutto quando il rammarico per essere un ragazzo inadeguato viene, dapprima assunto come pensiero della folla per poi, negli ultimi versi della canzone, diventare il pensiero di Max.

Il principe azzurro e l'inadeguatezza sociale.

Ma, proprio quando la folla s'illude di aver convinto un'altra persona, della sua inadeguatezza sociale, emerge la consapevolezza che ad essere complicato, è il mondo.
Per quanto riguarda il video, l'aspetto che mi ha maggiormente colpito, è quella in cui entra in scena  un ragazzo sulla sedia a rotelle (una categoria di persone che la folla, da sempre, considera inadeguata) ma, grazie ai suoi amici, riesce persino a ballare su un cavallo (ogni riferimento al Principe Azzurro è puramente casuale), ma poi c'è anche il fatto che il cavallo è gonfiabile (riferimento ad altre diffuse fantasie maschili?).

Un mondo inadeguato alla violenza.

La carrellata continua fino ad arrivare alla tentata aggressione notturna di una coppia appartata nel buio di un parco. Ma, poiché l'aggressore ha una tipica faccia inadeguata (espressione imbambolata ed occhiali spessi come fondi di bottiglia), nemmeno la ragazza prova il panico che sarebbe naturale sentire in quelle circostanze…
A questo punto, non mi resta che sperare che la violenza diventi inadeguata non solo nel mondo raccontato da questa canzone.

Testo della canzone inadeguato di Max Pezzali.

Fosse per me vivrei al McDrive
ma devo accontentarmi di una mozzarella light
tra recessione e austerità
il mio metabolismo annaspa ma non ce la fa
mi dovrei fiondare in palestra e massacrare
di attrezzi cardio fitness e push up
tutte le vetrate e le tute griffate
delle ragazze sui tapis roulants
Davvero che peccato
sono un ragazzo inadeguato
lo sono sempre stato
un po' fuori posto, un po' sbagliato
Vorrei esser come quelli che
al ristorante sembrano giudici di MasterChef
brillanti e sicuri di sé
con la carta dei vini esperti come sommelier
e le fidanzate sognanti e affascinate
da tanta classe che le vizierà
al fuoco di un camino con un balloon in mano
non come me che ordino una Bud
Davvero che peccato
sono un ragazzo inadeguato
lo sono sempre stato
un po' fuori posto un po' sbagliato
Non sono mai cambiato
sono un ragazzo inadeguato
anche se son cresciuto
sono rimasto un po' sfasato
Mi piacerebbe essere cool
vestito come un uomo-copertina di GQ
elegantissimo anche in jeans
un po' selvaggio un po' ribelle come Steve McQueen
l'accessorio giusto a mio agio in ogni posto
dall'oasi nel Sahara all'happy hour
mentre io mi specchio e qualsiasi cosa metto
c'è sempre qualche cosa che non va
Davvero che peccato “Sei un ragazzo inadeguato“
Lo sono sempre stato
un po' fuori posto un po' sbagliato
Davvero che peccato
sono un ragazzo inadeguato
lo sono sempre stato
un po' fuori posto un po' sbagliato
Non sono mai cambiato
sono un ragazzo inadeguato
però tutto sommato
è il mondo che è un po' complicato 

Commenti

Post popolari in questo blog

Sally - Vasco Rossi

Chi è Sally. Non tutti hanno capito che quando Vasco scrive una canzone autobiografica si nasconde sempre dentro un alter ego femminile. Ne sono esempi canzoni come Albachiara (prima delle critiche andatevi a leggere il mio post "Albachiara non è una canzone d'amore), Jenny è pazza o brava Giulia, tanto per citarne qualcuna. Sally è uno di questi alter ego. Si tratta di una delle canzoni più riuscite del rocker di Zocca, tanto che egli stesso ha dichiarato in un'intervista che a volte vorrebbe fare un concerto solo per poter cantare questa canzone.

Classifica delle 100 migliori canzoni italiane di sempre

Disclamer: fare una simile classifica è sempre una cosa sciocca. Il risultato sarà sempre e comunque sindacabile. Allora perché la faccio? Così, per ingannare il tempo e divertirmi un po. Bello sarebbe anche se desse l'inizio ad un sano dibattito. Non cadiamo nel tranello di dare il via a sterili litigi. Per chi volesse esistono già numerosi siti dove litigare.
Stilare una simile classifica non è facile ed il risultato dipende esclusivamente dai parametri che si intendono utilizzare. Quelli a cui mi andrò a riferire sono:

successo della canzoneimpatto sociale nel momento in cui è stata pubblicatalongevità del successouniversalità del messaggio e del suonoprofondità del testocapacità di superare le barriere del tempo. Ogni volta che rileggo la classifica ci farei dei cambiamenti. Questo perché certi fenomeni sociali riescono a far tornare verde un messaggio mentre altri, col tempo, perdono la loro forza. Di fronte all'attuale crisi europea, chi non ha trovato attuali le canzoni…

Stupendo - Vasco Rossi

Il testamento spirituale di Massimo Riva. Stupendo è una delle mie canzoni preferite del grande Blasco! La musica è sua, ma, questa volta, al testo ci ha messo le mani un immenso Massimo Riva. Autore già di altri testi capolavoro come "dormi dormi" e "non mi va". La canzone assume un significato ancora più forte se si considera che di li a poco il grande autore/chitarrista morirà di overdose. Morire di overdose nel 1999, più che una morte accidentale, sembra un suicidio. Questo da ancora più forza e credibilità ad un testo che parla del male di vivere e del sentirsi inadeguati per questa società marcia e corrotta. Lo voglio sottolineare perché troppo spesso abbiamo scoperto che presunti artisti maledetti, una volta spente le telecamere, facevano una vita da yuppies. Mi viene in mente qualcuno che fino a ieri cantava canzoni come "nessuno" e oggi "comunisti col rolex". Una brutta ipocrisia che rafforza ancor di più la, già sgradevole, sensazione…