Passa ai contenuti principali

I follow Rivers - Likke Li

i follow rivers likke li
Eccovi la traduzione del testo I follow Rivers della cantante svedese Likke Li. Si tratta del suo secondo album, ma è quello che di fatto la ha portata al successo mondiale, tanto do occupare il primo posto nelle classifiche italiane già da alcune settimane. Come tutto il pop di lingua anglosassone, la sua traduzione potrebbe lasciare un po' delusi, ma, per fortuna, non si tratta del solito testo idiota ricco di doppi sensi banali, prevedibili e, spesso, demenziali. È una canzone d'amore (ma vah?), dedicata ad un uomo unico.
Si tratta di una dichiarazione d'amore, infatti:

Oh I beg you, can I follow?
Oh I ask you, why not always?
Be the ocean where unravel
Be my only, be the water and waiting 

sta per
ti prego, posso seguirti?
ti chiedo, lo posso fare per sempre?
Sii il mare dove salpare (dove posso sciogliere le mie vele)
Sii solo mio, sii l'acqua dove galleggiare
Una dichiarazione d'amore in piena regola, potrebbe sembrare una richiesta di matrimonio.  
You're my river running high,
run deep run wild
I, I follow, I follow you deep sea baby
I follow you,
I, I follow you, dark boom honey
I follow you
He's a message, I'm the runner
He's the rebel, I'm the daughter
waiting for you
You're my river running high,
run deep run wild 
si può tradurre come:
sei il mio fiume che scorre alto
scorri profondo e selvaggio
io ti seguo fino al profondo del mare
io ti seguo
io ti seguo miele nero
io ti seguo
qui c'è un messaggio
io sono ribelle io sono tua figlia
che ti attende
tu sei il mio alto fiume
scorri profondo 
E qui forse non tutto sembra chiaro come sembrava nelle prime righe:  forse quella figura forte, quell'oceano, quell'alto fiume, non è riferito ad un uomo di cui è innamorata, ma al proprio padre? Quel "ti seguo nel profondo del mare" sta ad indicare che la piccola è diventata orfana? Forse per una volta il testo non è affatto banale come sembra. Non dimentichiamoci che l'autore non è americano, ma svedese. Non ho una risposta certa, ma direi di no. D'altronde, più ancora del uomo di cui una donna si innamora, il padre rappresenta la forza, la certezza, l'immensità che si può paragonare solo con l'oceano.

Commenti

  1. A me dà l'impressione di una donna innamorata e quell'uomo che scappa da lei è come se mi desse l'impressione che stia fuggendo da lei, per tanti motivi, come la paura di soffrire o di essere tradito, non so, a me dà quest'impressione, anche le lacrime sembrano testimoniare ciò... poi ovviamente, è una mia visione del video!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Sally - Vasco Rossi

Chi è Sally. Non tutti hanno ancora capito che quando Vasco scrive una canzone autobiografica si nasconde sempre dentro un alter ego femminile. Ne sono esempi canzoni come Albachiara (il cantante di Zocca che parla della sua diversità) o Jenny è pazza (il cantante che, come molti adolescenti, passa le ore chiuso in camera, inducendo gli altri a credere nella sua pazzia). Sally è uno di questi alter ego. Si tratta di una delle canzoni più riuscite del rocker, tanto che egli stesso ha dichiarato in un'intervista che a volte vorrebbe fare un concerto solo per cantare questo brano.

My way - traduzione e significato testo

Non ho specificato My way - Frank Sinatra poichè il testo è stato scritto da Paul Anka sulle note di "Comme d'habitude" di Claude Francois. Però il cantante canadese non si è limitato a tradurre il brano, ma lo ha riscritto da capo. Il testo di Paul Anka è quello che canteranno Elvis Presley, Mirelle Mathieu, Nina Hagen, Michael Buble, Sid Vicius e, naturlamente, The Voice. Noi faremo riferimento a questa versione.

Stupendo - Vasco Rossi

Il testamento spirituale di Massimo Riva. Questa è una delle mie preferite. La musica è del grande cantautore, ma, questa volta, al testo ci ha messo le mani il grandissimo Massimo Riva. Autore già di altri testi capolavoro come "dormi dormi" e "non mi va". La canzone assume un significato ancora più forte se si considera che di li a poco il grande autore/chitarrista morirà di overdose. Lo voglio sottolineare perchè troppo spesso abbiamo scoperto che presunti artisti maledetti, una volta spente le telecamere, facevano una vita da yuppies. Una brutta ipocrisia che rafforza ancor di più la, già sgradevole, sensazione di essere soli ed incompresi. Massimo riva in questo brano ha posto l'accento sul proprio malessere, sul male di vivere in una società che non condivideva i suoi valori. Di provare, letteralmente, il vomito nel vedere come molti dei ribelli degli anni 70 si sia perfettamente integrati in questo modello di potere. La sua morte/suicidio è stato come u…