Passa ai contenuti principali

Vietato Morire - Ermal Meta - Sanremo 2017

Ermal Meta canta Vietato Morire a Sanremo 2017

Ermal Meta candidato alla vittoria finale con Fiorella Mannoia.

Senza dubbio uno dei papabili per la vittoria finale. Ogni anno scelgo due cantanti e indovino sempre: quest'anno i due candidati sono Fiorella Mannoia e Ermal Meta. Vediamo se per la quarta volta di fila indovino.

Una canzona che eccelle in questo Sanremo.

La canzone è interessante, decente come arrangiamenti e interpretazione, e discreta come testo. Visto l'attuale panorama sanremese direi quindi che questo brano rappresenta un'eccellenza! Vietato morire è un'inno alla vita e la canzone scorre leggera e quasi allegra. Molto meno melensa e sdolcinata della maggior parte dei brani i gara.

Una  canzone sulla violenza domestica.

Di cosa si parla in questo brano? Di violenza domestica. Di un bambino che per anni ha subito delle violenze dai propri genitori. Ma non è una canzone patetica e disperata, anzi. L'esortazione è quella di convertire la violenza subita in forza e volontà di amare. La violenza esiste per tutti, a qualunque età, in qualunque contesto, ma esiste anche l'amore. È l'amore la forza più grande ed è l'amore che rende gli uomini grandi uomini. È vietato morire! Ovvero è vietato arrendersi in questa battaglia, ovvero è vietato accettare la violenza come qualcosa dalla quale non riusciremo mai a liberarci. È vietato pensare alla violenza come una componente della vita, è vietato pensare alla violenza di invincibile. Vietato morire, dobbiamo continuare a sognare, a credere in un mondo migliore, a credere che la violenza possa essere battuta, che l'amore vince sulla violenza, che l'amore non ci tradisce mai e che l'amore ci renda più grande.

La violenza nascosta.

Una bella idea, un testo riuscito a metà. Un po' scontato e facilone, scade con facilità nelle classiche frasi da azione cattolica, ma mantiene comunque una certa dignità. Nota extra: eccellente il video.
La parte del testo che più mi è piaciuta è la seguente: "scegli una strada diversa e ricorda che l'amore non è violenza, ricorda di disobbedire e ricorda che è vietato morire". È un evidente messaggio rivolto ad un bambino che subisce violenza dai genitori. Molti bambini non possono capire. Pensano che sia giusto, che anche quello sia amore. L'esortazione qui è a disobbedire, a non credere mai che amore e violenza possano andare d'accordo e a disobbedire.

Testo della canzone Vietato morire di Ermal Meta

Ricordo quegli occhi pieni di vita
E il tuo sorriso ferito dai pugni in faccia
Ricordo la notte con poche luci
Ma almeno là fuori non c’erano i lupi
Ricordo il primo giorno di scuola
29 bambini e la maestra Margherita
Tutti mi chiedevano in coro
Come mai avessi un occhio nero
La tua collana con la pietra magica
Io la stringevo per portarti via di là
E la paura frantumava i pensieri
Che alle ossa ci pensavano gli altri
E la fatica che hai dovuto fare
Da un libro di odio ad insegnarmi l’amore
Hai smesso di sognare per farmi sognare
Le tue parole sono adesso una canzone
Cambia le tue stelle, se ci provi riuscirai
E ricorda che l’amore non colpisce in faccia mai
Figlio mio ricorda
L’uomo che tu diventerai
Non sarà mai più grande dell’amore che dai
Non ho dimenticato l’istante
In cui mi sono fatto grande
Per difenderti da quelle mani
Anche se portavo i pantaloncini
La tua collana con la pietra magica
Io la stringevo per portarti via di là
Ma la magia era finita
Restava solo da prendere a morsi la vita
Cambia le tue stelle, se ci provi riuscirai
E ricorda che l’amore non colpisce in faccia mai
Figlio mio ricorda
L’uomo che tu diventerai
Non sarà mai più grande dell’amore che dai
Lo sai che una ferita si chiude e dentro non si vede
Che cosa ti aspettavi da grande, non è tardi per ricominciare
E scegli una strada diversa e ricorda che l’amore non è violenza
Ricorda di disobbedire e ricorda che è vietato morire, vietato morire
Cambia le tue stelle, se ci provi riuscirai
E ricorda che l’amore non ti spara in faccia mai
Figlio mio ricorda bene che
La vita che avrai
Non sarà mai distante dell’amore che dai.
Ricorda di disobbedire
Perché è vietato morire.
Ricorda di disobbedire
Perché è vietato morire
Perché è vietato morire
Vietato morire

Commenti

Post popolari in questo blog

Sally - Vasco Rossi

Chi è Sally. Non tutti hanno ancora capito che quando Vasco scrive una canzone autobiografica si nasconde sempre dentro un alter ego femminile. Ne sono esempi canzoni come Albachiara (il cantante di Zocca che parla della sua diversità) o Jenny è pazza (il cantante che, come molti adolescenti, passa le ore chiuso in camera, inducendo gli altri a credere nella sua pazzia). Sally è uno di questi alter ego. Si tratta di una delle canzoni più riuscite del rocker, tanto che egli stesso ha dichiarato in un'intervista che a volte vorrebbe fare un concerto solo per cantare questo brano.

My way - traduzione e significato testo

Non ho specificato My way - Frank Sinatra poichè il testo è stato scritto da Paul Anka sulle note di "Comme d'habitude" di Claude Francois. Però il cantante canadese non si è limitato a tradurre il brano, ma lo ha riscritto da capo. Il testo di Paul Anka è quello che canteranno Elvis Presley, Mirelle Mathieu, Nina Hagen, Michael Buble, Sid Vicius e, naturlamente, The Voice. Noi faremo riferimento a questa versione.

Stupendo - Vasco Rossi

Il testamento spirituale di Massimo Riva. Questa è una delle mie preferite. La musica è del grande cantautore, ma, questa volta, al testo ci ha messo le mani il grandissimo Massimo Riva. Autore già di altri testi capolavoro come "dormi dormi" e "non mi va". La canzone assume un significato ancora più forte se si considera che di li a poco il grande autore/chitarrista morirà di overdose. Lo voglio sottolineare perchè troppo spesso abbiamo scoperto che presunti artisti maledetti, una volta spente le telecamere, facevano una vita da yuppies. Una brutta ipocrisia che rafforza ancor di più la, già sgradevole, sensazione di essere soli ed incompresi. Massimo riva in questo brano ha posto l'accento sul proprio malessere, sul male di vivere in una società che non condivideva i suoi valori. Di provare, letteralmente, il vomito nel vedere come molti dei ribelli degli anni 70 si sia perfettamente integrati in questo modello di potere. La sua morte/suicidio è stato come u…