Passa ai contenuti principali

Siamo soli - Vasco Rossi

vasco rossi canta siamo soli dall album stupido hotel
Ho un particolare ricordo di questa canzone. Era il 2001 e Internet non permetteva ancora di ascoltare la musica in streaming. Io mi trovavo in Spagna per l'anno di Erasmus e, in quell'occasione, la mia amica Donatella mi ha inviato il CD per posta. Quella notte, passata ad ascoltare il nuovo album del Blasco con i compagni di avventura italiani, rimarrà sempre un ricordo speciale! 

Vasco che affronta la propria coscienza.

Ancora una volta il Vasco ci sorprende: non si tratta di una canzone dedicata ad una donna, ma ad un dialogo con se stesso! È la sua coscienza che gli parla e lui che cerca di rispondere. Non poteva essere altrimenti: nessuno potrebbe indagare così a fondo la coscienza di un'altra persona, specie se si tratta di una donna!

Ah!! Non ci posso credere!!!!
sei nervosa e non sai perché
È il Vasco che si sveglia nello "stupido Hotel". È nervoso, ma non esiste una ragione specifica per cui è nervoso, si tratta di un generico male di vivere.
Eh, non è mica facile
fai l'amore e non pensi a me
Probabilmente è reduce da una notte con una donna, o qualcosa di simile. Ed è il Vasco più razionale che accusa  il Vasco edonistico di inseguire il piacere, l'eccesso, l'attimo senza pensare a se stesso. Senza pensare al fatto che si stia distruggendo!
Eh, cosa vuoi rispondere
siamo qui
non mi senti
Eh noi parliamo spesso si, ma è così....
siamo soli
E cosa c'è da dire? Il Vasco passionale non ascolta, non sente il Vasco che soffre. Parlano spesso, ma alla fine non si ascoltano. Un po' come noi, quando facciamo buoni propositi, che poi non manteniamo mai. O semplicemente, quando facciamo qualcosa di sbagliato e ce ne rendiamo conto, ma continuiamo a farla.
Eh!! Tu non puoi pretendere....siamo qui
.....e siamo vivi....
Eh, tutto può succedere.........
Ora qui...... siamo soli.... siamo soli.... siamo soli...... siamo soli.....
Vivere insieme a me
hai ragione ragione te!!!!!!!!!!
non è mica semplice.......
Non lo è stato mai per me!!!!
Io che ci credevo più di te...... che fosse possibile!
E smettila di piangere:
Eh!!!!
Stupendo questo passaggio! È il Vasco "cattivo" che parla! Si giustifica dicendo che alla fine siamo tutti in balia degli eventi. Che tutto può succedere, ovvero che non esiste modo di controllarli. Forse è anche la confessione di un briciolo di follia (di un "equilibrio sopra la follia"). Ed un ammissione: non è che vivere così sia facile e nemmeno bello. E per finire, il senso della sconfitta: anch'io credevo che fosse possibile... "E smettila di piangere" invece, sottolinea il fatto che le cose vanno accettate così. Inutile continuare a combattere e a soffrire per voler essere quello che non si è.
Tu non vuoi rispondermi......
sono qui..... e non mi ascolti!!!!
Eh!!!! Tutto può succedere 

Vasco che non capisce se stesso.

Qui l'accusa viene re inviata alla coscienza buona: sei tu con non mi ascolti! E finchè non capirai la mia vera natuara, il tuo giudicarmi sarà sola e semplice sofferenza!
Infine un rifermento al titolo: siamo soli! La solitudine è sempre stata la piaga del grande cantautore di Zocca. Ma questa volta la solitudine raggiunge livelli ancora più alti, l'incapacità di comunicare non è solo con le altre persone, ma anche con se stesso!
Non credo che questo sia stato uno dei suoi migliori album, così come la musica di questo brano non mi esalta (persino la chitarra del magnifico Mike Landau non esalta), ma questo è senza dubbio uno dei suoi migliori testi!

Commenti

  1. Risposte
    1. Grazie. Ogni tanto qualche complimento in mezzo a tanti flamers ;)

      Elimina
    2. Ignorali, non sanno apprezzare i tuoi sforzi. Io leggo sempre le tue interpretazioni che sono originali e interessanti

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Sally - Vasco Rossi

Chi è Sally. Non tutti hanno ancora capito che quando Vasco scrive una canzone autobiografica si nasconde sempre dentro un alter ego femminile. Ne sono esempi canzoni come Albachiara (il cantante di Zocca che parla della sua diversità) o Jenny è pazza (il cantante che, come molti adolescenti, passa le ore chiuso in camera, inducendo gli altri a credere nella sua pazzia). Sally è uno di questi alter ego. Si tratta di una delle canzoni più riuscite del rocker, tanto che egli stesso ha dichiarato in un'intervista che a volte vorrebbe fare un concerto solo per cantare questo brano.

My way - traduzione e significato testo

Non ho specificato My way - Frank Sinatra poichè il testo è stato scritto da Paul Anka sulle note di "Comme d'habitude" di Claude Francois. Però il cantante canadese non si è limitato a tradurre il brano, ma lo ha riscritto da capo. Il testo di Paul Anka è quello che canteranno Elvis Presley, Mirelle Mathieu, Nina Hagen, Michael Buble, Sid Vicius e, naturlamente, The Voice. Noi faremo riferimento a questa versione.

Stupendo - Vasco Rossi

Il testamento spirituale di Massimo Riva. Questa è una delle mie preferite. La musica è del grande cantautore, ma, questa volta, al testo ci ha messo le mani il grandissimo Massimo Riva. Autore già di altri testi capolavoro come "dormi dormi" e "non mi va". La canzone assume un significato ancora più forte se si considera che di li a poco il grande autore/chitarrista morirà di overdose. Lo voglio sottolineare perchè troppo spesso abbiamo scoperto che presunti artisti maledetti, una volta spente le telecamere, facevano una vita da yuppies. Una brutta ipocrisia che rafforza ancor di più la, già sgradevole, sensazione di essere soli ed incompresi. Massimo riva in questo brano ha posto l'accento sul proprio malessere, sul male di vivere in una società che non condivideva i suoi valori. Di provare, letteralmente, il vomito nel vedere come molti dei ribelli degli anni 70 si sia perfettamente integrati in questo modello di potere. La sua morte/suicidio è stato come u…