Passa ai contenuti principali

Canzoni che inneggiano alla droga

le canzoni che parlano di droga nei loro testi
"Il rock è la musica maledetta", "il rock porta alla perdizione", "il rock corrompe le anime", ... Potrei andare avanti pagine e pagine riportando le frasi ripetute dai detrattori del rock negli ultimi 50 anni. Ora si sono "calmati", il meglio di loro lo avevano dato negli anni 70. Si può davvero accusare la musica rock di aver contribuito alla diffusione di alcuni dei peggiori fenomeni sociali del secolo passato? "Sesso, droga e rock'n'roll si diceva una volta. Non ho la risposta a questa domanda e non è nemmeno mia intenzione parlare di questo nel presente post. Mi voglio limitare ad elencare una serie di canzoni che, in modo più o meno mascherato, parlano di droga. Non a canzoni che lo fanno in modo esplicito, ma che nascondono il messaggio tra i suoi versi. Riporterò qualche canzone con doppi sensi palesi, come Maria degli articolo 31, e canzoni dove il messaggio è ben mascherato, come t'immagini di Vasco Rossi. L'importante è che siano tutte canzoni che inneggiano all'uso della stessa (leggere o pesanti che siano) o, per lo meno, che ne promuovono la legalizzazione. Non ci saranno invece canzoni contro la droga. Faremo un'ulteriore divisione tra canzoni italiane (non molte a dire il vero) e canzoni straniere (molte di più). La mia ricerca, comunque, sarà concentrata soprattutto tra le prime. E' un lavoro difficile e che porterò avanti un po' per volta. Sarei, quindi, grato a tutti coloro che mi dovessero suggerire qualche titolo.

Disclamer: 

l’articolo non vuole essere un inno o un’incitazione alla droga, ma una descrizione di come vari autori hanno trattato questo tema.Inoltre le varie interpretazioni proposte sono del tutto personali e non è detto che siano corrette o corrispondano alla reale intenzione degli autori.


Canzoni italiane sulla droga.

Acido Acida - Prozac +.

Probabilmente sconosciuta alle nuove generazioni, fu un tormentone vent'anni fa. Il gruppo di Pordenone ha realizzato un inno per le sostanze psico-mimetiche, ovvero quegli alcaloidi che hanno la capacità di interferire con i nostri organi di percezione con risultati allucinogeni. "Acido Acida" fa riferimento appunto al termine con cui vengono genericamente chiamati i derivati dell'acido lisergico (LSD) e della mescalina, quindi extasi, trip, popper e simili. Per il resto la canzone parla di un "viaggio", termine con cui in gergo si definisce lo stato in cui ci si trova durante il loro effetto: "mi sento grande come una città, una gigante", "acido per me acido per te acido cos'è", "così lontana non son stata mai", "Acido il giorno mi rallegra, mi rallegra, testa acida". La cosa strana è che quando uscì non sembrò accorgersene nessuno, almeno finché il videoclip non venne censurato proprio per i palesi rifermenti alla droga.

Maria Maria - Articolo 31.

Questa volta il messaggio è palese. La sua ambiguità non ha lo scopo di mascherare il contenuto, ma solo quello di far sorridere coi doppisensi. Tanto che la canzone termina con un "messaggio a tutto lo stivale: legalizzala!!!". Anche questo genere di canzoni è stato pesantemente attaccato, reo, secondo alcuni, di passare il messaggio che la droga è una cosa "leggera", "divertente", e non una seria minaccia, eliminando quel timore che spesso salva i giovani dal provarla.

La sottile linea bianca - Afterhours

La sottile linea bianca altro non è che la "riga" di coca e questi versi sembrano togliere ogni dubbio:
Bianco calore
Scalda il mio amore
Bianco calore
Sfondami il cuore
Bianco il mio dio
E ciò che è mio è tuo
 Ho detto che avrei parlato esclusivamente di canzoni che, in qualche modo, inneggiano alla droga. Non sono sicuro che questa canzone lo faccia. Frasi come "e ciò che è mio è tuo", stanno si ad indicare la gioia effimera data dalla sniffata, ma anche il fatto che la droga diventa padrona di te e di tutto ciò che possiedi.

Io e la mia signorina - Neffa

neffa canta io e la mia signorina che parla di marijuana
Quando nel 2001 questa canzone diventò un tormentone, facendoci conoscere l'allora sconosciuto Neffa, pochi si sono accorti che la "sua signorina" non era una bella bionda, ma nient'altro che la marijuana. Forse ancor'oggi pochi ci hanno fatto caso. Ad ogni modo ci sono alcuni versi che, se combinati insieme, sembrano proprio inequivocabili. Ad esempio: "nella mia mano c'è un fiore quando voglio un bacio me ne da di più", "voglio lei perché brucia sempre", "Anche se un tot di gente ancora non ci crede che io e la mia signorina stiamo bene insieme"... ogni frase se ascoltate la canzone può essere riferita alla marijuana. In particolare, l'ultima che ho scritto è la "più forte". Tutti parlano male della droga e dei tossicodipendenti, e quindi l'autore sottolinea come, malgrado la maggior parte della gente stenti a crederlo, lui provi piacere nella droga. Anzi, come dice in un altro verso, quando sta con lei non gli manca niente.

Miserere - Zucchero

Di messaggi subliminali parleremo dopo, qundo citeremo i Queen. Ad ogni modo nell'album Miserere di Zucchero Fornaciari è presente, solo nel CD, una bonus track che ripete più volte "a volte la miglior musica è il silenzio". Potete ascoltare qui il brano al contrario, che recita chiaramente: "hashis... eroina e droga".

A Kathmandu - Rino Gaetano

Come tutti i testi del grande Rino anche questo, di primo achito, sembra privo di senso. A Kathmandu, perchè questa città? Perchè era il simbolo del "viaggio", in tutti i sensi. Negli anni settanta c'erano orde di turisti che ci andavano per sperimentare le droghe e i loro effetti. C'erano persino santoni che organizzavano viaggi "guidati". Ovvero fornivano droga ai propri ospiti e poi, sotto l'effetto della stessa, li guidavano nel loro viaggi onirici. Bene, anche a roma era possibile sentirsi a Kathmandu, bastava trovare lo spacciatore giusto.

Pollon combina guai e il talco dell'allegria

Ebbene si, a quanto pare, nemmeno i cartoni animati sono sfuggiti a questa pratica. O, almeno, così sembra. Non voglio accusare nessuno, per cui mi limito a riportare qui il testo della canzone della "polvere del buon umore" che cantava la Dea Pollon mentre la usava:
Sembra talco ma non è
Serve a darti l’ALLEGRIA!
Se lo mangi o lo respiri
Ti da subito l’ALLEGRIA!
COLO COLO POLLON!!!!
Ebbene, cos'è quella polvere fine e bianca che assomiglia molto al talco e che se la sniffi ti da subito allegria?

Canzone straniere sulla droga

Lucy in the sky with dyamonds - Beatles

beatles lucy in the sky with dyamonds
Non potevamo fare a meno di partire con la più importante rock band di tutti i tempi. Come dire: la droga ha affascinato anche i grandi tra i grandi. In particolare ci dobbiamo ricordare che in quei tempi la band di Liverpool stava attraversando il suo periodo psicadelico, quindi non stupirebbe un certo interesse verso gli acidi. Secondo diverse fonti fu il loro dentista, John Riley, a fargli scoprire l'LSD. Già l'acronimo "Lucy in the Sky with Dyamonds" è LSD. Poi un susseguirsi di frasi del tipo: "immagina un fiume.. con alberi di mandarino e cieli di marmellata", "fiori di plastica gialli e verdi", "cerca ragazze col sole negli occhi", "la ragazza con occhi di caleidoscopio" che fanno pensare ad un "viaggio" o, comunque, a delle allucinazioni. John Lennon si è sempre giustificato spiegando che ad ispirarlo fu un disegno di suo figlio Julian. Potrebbe essere vero come no. La cosa certa è che in quegli anni nemmeno i Beatles avrebbero potuto affrontare l'accusa di essere promotori dell'uso di droghe.

Brown sugar - Rolling Stones.

Se dovessimo elencare le canzoni dei Rolling Stones che fanno riferimento alla droga, dovremmo stilare un elenco lunghissimo. Ho scelto questa solo perchè, tra le tante, è la più famose e condivide, assieme a Angie e Satisfaction, il titolo di pezzo più celebre della band. Il Brow Sugar, letteralmente zucchero marrone, altro non è che la dolce e profumata eroina. Almeno così pensano in molti. Profumata come una giovane adolescente!

Onother one bites the dust - Queen

Questa canzone non nascondo il messaggio sulla droga nel testo, ma dietro al testo. Quando dico dietro intendo dire che proprio bisogna ascoltare il nastro al contrario per poterlo sentire. Ascoltandolo invertito il ritornello, quando recita Another one bites the dust, recita chiaramente "start to smoke marijuana". Si tratta di un messaggio subliminale. Per anni si è discusso sull'efficacia di questo tipo di comunicazione. Qualcuno è addirittura arrivato a dire che siano così potenti da permetterti di plagiare una persona contro la sua volontà. Alcune band vennero addirittura accusate di aver condotto persone al suicidio con questi mezzi. Secondo altri, invece, non avrebbero nessun effetto. Nel dubbio, comunque, la band del compianto Freddy Mercury ha pensato di utilizzarli per promuovere il consumo di cannabis.

Smell like teen spirit - Nirvana

A mulatto An albino A mosquito My Libido: il mulatto, chiamato anche brown sugar, è il colore dell'eroina impura. Albino invece è il colore dell'eroina pura. Il mosquito, la zanzara, indica la siringa, mentre my libido l'effetto dell'eroina stessa.

Commenti

  1. Allora: sulla bonus track di "miserere" sono d'accordo fino a un certo punto, nel senso che la parola droga è solo per chi la vuol sentire, difatti dice "etlova" no "e droga" e poi anche hashish ed eroina bisogna proprio che lo senti dato che è chiaro il suono eroiiimal; se parti già col presupposto di sentire un messaggio, lo trovi anche dove di fatto non c'è.
    Piuttosto: che mi dici di "bollicine", di Vasco?
    Sarà vero che dice coca-cola fino allo sfinimento, ma dietro a quel coca ...
    E poi ce ne era una qualche anno fa però non mi ricordo l'autore, si chiamava Campa cavallo e raccontava di due che sono andati in Jamaica, chi sa a fare che cosa? :)
    E partiva con:
    "ma chi l'ha detto che, la marijuana, è una droga leggera? Forse non ha mai provato a portarne 80 chili sulle spalle"
    e dopo il ritornello: campa cavallo che l'erba poi cresce prepara una canna e aspetta il tuo pesce"...
    Per poi sempre citare Rino gaetano con ahi maria, sempre il solito doppio senso donna-droga
    E naturalmente J Ax feat. Il Cile, Maria Salvador, qui non ci sono ulteriori commenti da fare :)
    Poi un gruppo, oramai sciolto, i Pitura Freska, un gruppo veneziano che cantava in dialetto. Erano gli anni 90, e la loro canzone Marghera, introduceva con: [lo traduco in italiano]
    "ogni anno in Italia muoiono diecimila persone di alcol
    ogni anno in Italia muoiono venti mila persone di tabacco
    ogni anno in italia muoiono trenta mila persone di eroina
    ma sappiate che di marijuana non è mai morto nessuno"
    va be' non me la ricordo bene, magari sbaglio i numeri delle persone, ma il concetto è quello.
    Parlava di Marghera, e delle raffinerie petrolifere, ma il ritornello diceva: "marghera sensa fabriche sarìa pi sana, na giungla de panoce pomodori, e marijuana"
    Marghera senza fabbriche sarebbe più sana. Una giungla di pannocchie [mais], pomodori e marijuana
    Per adesso non me ne vengono in mente altre; p.s. a Neffa, onestamente, non avevo fatto caso, mi sembrava una stupidissima canzone d'amore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dicevo nell'introduzione volevo mettere solo canzoni nelle quali il riferimento alla droga è mascherato. Per il resto sono d'accordo su tutto, solo su di una fatico: ahi Maria di Rino Gaetano! La devo riascoltare

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Sally - Vasco Rossi

Chi è Sally. Non tutti hanno ancora capito che quando Vasco scrive una canzone autobiografica si nasconde sempre dentro un alter ego femminile. Ne sono esempi canzoni come Albachiara (il cantante di Zocca che parla della sua diversità) o Jenny è pazza (il cantante che, come molti adolescenti, passa le ore chiuso in camera, inducendo gli altri a credere nella sua pazzia). Sally è uno di questi alter ego. Si tratta di una delle canzoni più riuscite del rocker, tanto che egli stesso ha dichiarato in un'intervista che a volte vorrebbe fare un concerto solo per cantare questo brano.

My way - traduzione e significato testo

Non ho specificato My way - Frank Sinatra poichè il testo è stato scritto da Paul Anka sulle note di "Comme d'habitude" di Claude Francois. Però il cantante canadese non si è limitato a tradurre il brano, ma lo ha riscritto da capo. Il testo di Paul Anka è quello che canteranno Elvis Presley, Mirelle Mathieu, Nina Hagen, Michael Buble, Sid Vicius e, naturlamente, The Voice. Noi faremo riferimento a questa versione.

Stupendo - Vasco Rossi

Il testamento spirituale di Massimo Riva. Questa è una delle mie preferite. La musica è del grande cantautore, ma, questa volta, al testo ci ha messo le mani il grandissimo Massimo Riva. Autore già di altri testi capolavoro come "dormi dormi" e "non mi va". La canzone assume un significato ancora più forte se si considera che di li a poco il grande autore/chitarrista morirà di overdose. Lo voglio sottolineare perchè troppo spesso abbiamo scoperto che presunti artisti maledetti, una volta spente le telecamere, facevano una vita da yuppies. Una brutta ipocrisia che rafforza ancor di più la, già sgradevole, sensazione di essere soli ed incompresi. Massimo riva in questo brano ha posto l'accento sul proprio malessere, sul male di vivere in una società che non condivideva i suoi valori. Di provare, letteralmente, il vomito nel vedere come molti dei ribelli degli anni 70 si sia perfettamente integrati in questo modello di potere. La sua morte/suicidio è stato come u…