Passa ai contenuti principali

Lorenzo Fragola - Siamo Uguali

lorenzo fragola canta siamo uguali al festival diSanremo

Lorenzo Fragola e Fedez dopo X Factor.

L'amore tra Lorenzo Fragola e Fedez continua a dare i suoi frutti: Siamo Uguali è il brano scritto dal rapper per il suo amico e protetto di X-Factor. Fedez come autore, manager e "motivatore" è una bella novità. Grande stima per questo ragazzo che in poco tempo è riuscito a passare da scavezzacollo a serio e responsabile manager. Vediamo se sarà all'altezza delle aspettative. In attesa dell'esibizione di mercoledì sciroppiamoci questo testo.

Nessuna novità, il testo di Fedez è banale.

Il testo in realtà delude da subito. Ci si aspettava qualcosa di nuovo e di fresco da una coppia così nuova e fresca. Si tratta invece di una canzone d'amore banale e scontata. Un pezzo che non ti aspetti nemmeno da Albano e Romina. Si, ok che l'amore va sempre di moda, e al festival dei nonni di Sanremo garantisce sempre un certo successo, ma il troppo è troppo! Nilla Pizza negli anni 50 si sarebbe rifiutata di cantarla!
Di cosa si parla insomma? Di un ragazzo che è stato lasciato da una ragazza (ma va? originale!). Lui però la ama ancora (ma davvero???). Lui la avvisa che anche lei sentirà la sua mancanza (ostrega! se non ce lo diceva lui non ci saremmo mai arrivati). "Siamo vicini, ma lontani, e troppi tentativi vani" (non riuscivi a trovare la rima, eh?). Forse un giorno mi cercherai (forse) Non scappare (se vabbè...). E avanti con frasi illuminanti di questa portata!

Qualche bella frase si trova sempre.

Qualche frase interessante a dire il vero si trova:
- "il cuore è il tuo bagaglio a mano", in realtà l'autore non l'ha capita, cercava solo una rima con "fai piano", ma a me è piaciuta. Il bagaglio a mano e quella valigetta dove si tengono tutte le cose davvero importanti, alle quali non potremmo mai fare a meno in un viaggio.
- "siamo uguali come vedi perché senza piedistalli non riusciamo a stare in piedi", anche qui disperato tentativo di fare una rima, ma anche qui una frase accidentalmente azzeccata. Un modo elegante per dire che per stare in piedi abbiamo bisogno di appoggiarci l'uno sull'altro.
Inutile sprecare altre parole su questo testo, a meno di non considerarlo un testo dadaistico, un insieme di frasi buttate già di getto, senza pensarci, che ruotano attorno al tema dell'amore.
Restano da ascoltare musica e interpretazione, magari, se queste sono eccellenti, possono cambiare tutto. Comunque in bocca al lupo Lorenzo e felice carriera!

Considerazioni del dopo festival.

Hanno deluso anche gli arrangiamenti e il successo alla radio. Sembra anche che il successo di vendite non vada nel modo migliore. Quale considerazione farei? Consiglierei a Fedez di non rassegnarsi per il primo insuccesso (comunque non mi sembra il tipo) e di riprovarci. Ha testa e capacità per farcela. L'unico consiglio che gli do e di non seguire gli stereotipi e di mettere a frutto le sue qualità. Fedez è un rapper, un alternativo, un innovatore, cammini su questa strada. Eviti di scimmiottare le grandi case discografiche cercando di vendere dischi con prodotti banali e scontati. Ha già perso in partenza! In bocca al lupo e facci scoprire qualche grande novità in questo panorama italiano un po' stanco

Testo di Siamo Uguali cantato da Lorenzo Fragola.

Passerà, stanotte passerà
E forse torneremo, ad amarci
Impazzirai, lo so che impazzirai
Perché non ci basta il tempo
Perché nulla basta mai
Anche se in fondo il nostro è amore
Usiamo stupide parole
Perché è stupido chi pensa che non serva anche il dolore
E siamo vicini ma lontani, e troppi tentativi vani
E forse arriverà, domani
Siamo uguali in fondo
E forse cercherai, le mie mani
Solo per un giorno
Non scappare dai miei sguardi
Non possono inseguirti, non voltarti dai
E forse capirai, quanto vali
Potrei darti il mondo
Ma griderai, sul silenzio della pioggia
E' rancore e mal di testa, su una base un po' distorta
Ti dirò, siamo uguali come vedi
Perché senza piedistalli, non riusciamo a stare in piedi
Ed è già tardi e vuoi far piano
Il cuore è il tuo bagaglio a mano perché hai tutti i pregi che odio
E quei difetti che io amo
E schegge di una voce rotta, mi hanno ferito un'altra volta
Ma forse arriverà, domani
Siamo uguali in fondo
E forse cercherai, le mie mani
Solo per un giorno
Non scappare dai miei sguardi
Non possono inseguirti, non voltarti dai
E forse capirai, quanto vali
Potrei darti il mondo
Ma io non ci sarò e vedrai
Sarà semplice
Scivolare per
Poi atterrare fra le braccia di chi vuoi
Non scappare dai miei sguardi
Non possono inseguirti, Non voltarti dai
E forse capirai, quanto vali
Potrei darti il mondo, tranne me.

Commenti

  1. bello molto bello

    RispondiElimina
  2. Bellissima, non sono una fan di Lorenzo ma questa canzone è bellissima

    RispondiElimina
  3. Ma sono io che non ci arrivo o anche qualcun altro ha il dubbio sulla frase "potrei darti il mondo, tranne me"? Io non l'ho capita ancora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dal momento che lei cade tra le braccia di qualcun altro luo può darle il mondo tranne se stesso visto che appartiene ad un altro

      Elimina
    2. "potrei darti il mondo tranne me" significa che sarebbe disposto a donarle il mondo..ma non potranno mai stare insieme

      Elimina
  4. Il cuore è il tuo bagaglio a mano perché hai tutti i pregi che odio

    RispondiElimina
  5. Che significa "il cuore è il tuo bagaglio a mano perché hai tutti i pregi che odio"?

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Sally - Vasco Rossi

Chi è Sally. Non tutti hanno ancora capito che quando Vasco scrive una canzone autobiografica si nasconde sempre dentro un alter ego femminile. Ne sono esempi canzoni come Albachiara (il cantante di Zocca che parla della sua diversità) o Jenny è pazza (il cantante che, come molti adolescenti, passa le ore chiuso in camera, inducendo gli altri a credere nella sua pazzia). Sally è uno di questi alter ego. Si tratta di una delle canzoni più riuscite del rocker, tanto che egli stesso ha dichiarato in un'intervista che a volte vorrebbe fare un concerto solo per cantare questo brano.

My way - traduzione e significato testo

Non ho specificato My way - Frank Sinatra poichè il testo è stato scritto da Paul Anka sulle note di "Comme d'habitude" di Claude Francois. Però il cantante canadese non si è limitato a tradurre il brano, ma lo ha riscritto da capo. Il testo di Paul Anka è quello che canteranno Elvis Presley, Mirelle Mathieu, Nina Hagen, Michael Buble, Sid Vicius e, naturlamente, The Voice. Noi faremo riferimento a questa versione.

Stupendo - Vasco Rossi

Il testamento spirituale di Massimo Riva. Questa è una delle mie preferite. La musica è del grande cantautore, ma, questa volta, al testo ci ha messo le mani il grandissimo Massimo Riva. Autore già di altri testi capolavoro come "dormi dormi" e "non mi va". La canzone assume un significato ancora più forte se si considera che di li a poco il grande autore/chitarrista morirà di overdose. Lo voglio sottolineare perchè troppo spesso abbiamo scoperto che presunti artisti maledetti, una volta spente le telecamere, facevano una vita da yuppies. Una brutta ipocrisia che rafforza ancor di più la, già sgradevole, sensazione di essere soli ed incompresi. Massimo riva in questo brano ha posto l'accento sul proprio malessere, sul male di vivere in una società che non condivideva i suoi valori. Di provare, letteralmente, il vomito nel vedere come molti dei ribelli degli anni 70 si sia perfettamente integrati in questo modello di potere. La sua morte/suicidio è stato come u…