Passa ai contenuti principali

Annalisa Scarrone - Una finestra tra le stelle

Annalisa Scarrone canta una finestra tra le stelle al festival di Sanremo
Annalisa e l'ennesima canzone d'amore.

Ed ecco l'ennesima canzone d'amore per questo festival di Sanremo. Davvero non se ne può più! E almeno fossero, non dico scritte bene, ma almeno originali. Forse l'unica un po' originale è stata quella di Chiara Galiazzo, ma poca cosa comunque. Peccato però, Annalisa ci ha forse fornito quella che è stata una delle migliori interpretazioni di questo mediocre festival. Anche la musica non è male. Quello che non va proprio sono le parole.

Il significato della canzone?

Dare un significato al testo di questa canzone? Impossibile, per il semplice fatto che non ha un significato. Si tratta solo della descrizione, più o meno poetica, delle emozioni che un bel ragazzo fa provare al protagonista. La finestra tra le stelle altro non è che un pezzo di universo distaccato da tutto il resto, dove loro due si costruiscono un pezzo di paradiso. La classica isola deserta insomma, dove vivere lontano da tutto e da tutti. Un'immagine anche carina, ma non troppo efficace. Non abbastanza da essere il titolo e il ritornello della stessa canzone. Poi, qua e la, si sentono delle frasi più o meno banali: "baciarti e sentire che l'ossigeno mi arriva dritto al cuore", "se mi tieni in un tuo abbraccio riesco a sentire anche il profumo della notte". Ma è davvero troppo poco. Peccato comunque, perchè ripeto che l'interpretazione di Annalisa non era affatto male, e neanche gli arrangiamenti. Questa è forse la canzone che avrebbe meritato di vincere il festival.

La promessa di una grande carriera artistica.

Una considerazione sulla cantante: ci sono davvero tutte le potenzialità perchè diventi una grande artista, potrebbe essere la nuova Laura Pausini. La voce c'è, la bellezza pure, una buona capacità interpretativa ed una mimica facciale molto potente. Deve però togliersi di dosso nel minor tempo possibile tutti gli stereotipi alla x-factor, a partire dal modo di muoversi e, in particolare, di muovere le braccia. A volte sembra di guardare cantare una grandissima artista, a volte sembra una studentessa che tiene un esame di conservatorio. Sicuramente, tra tutte quelle viste in questo festival, la più grande promessa della musica italiana.

Testo di Una finestra tra le stelle di Annalisa.

Cambio faccia cambio modo di pensare
Se una goccia di una lacrima versata
Ti accarezza il viso mentre ridi e dici
Che è la pioggia
Ed è più dolce la paura se mi tieni in un tuo abbraccio
Riesco a sentire anche il profumo della notte
Mentre continui a sorprendermi
Disegna una finestra tra le stelle da dividere col cielo
Da dividere con me
E in un istante io ti regalo il mondo
Baciarti e poi scoprire che l’ossigeno mi arriva dritto al cuore
Solo se mi baci te
E non sentire
Bisogno più di niente
Non fermare quel tuo modo di riempire le parole
Di colori e suoni in grado di cambiare
Il mondo che non ero in grado di vedere
Ed è più dolce la paura se mi tieni in un tuo abbraccio
Riesco a sentire anche il profumo della notte
Mentre continui a sorprendermi

Disegna una finestra tra le stelle da dividere col cielo
Da dividere con me
E in un istante io ti regalo il mondo
Baciarti e poi scoprire che l’ossigeno mi arriva dritto al cuore
Solo se mi baci te
E non sentire
Bisogno più di niente
Disegna una finestra tra le stelle da dividere col cielo
Da dividere con me
E in un istante io ti regalo il mondo
Baciarti e poi scoprire che l’ossigeno mi arriva dritto al cuore
Solo se mi baci te
E non sentire
Bisogno più di niente

Commenti

Post popolari in questo blog

Sally - Vasco Rossi

Chi è Sally. Non tutti hanno ancora capito che quando Vasco scrive una canzone autobiografica si nasconde sempre dentro un alter ego femminile. Ne sono esempi canzoni come Albachiara (il cantante di Zocca che parla della sua diversità) o Jenny è pazza (il cantante che, come molti adolescenti, passa le ore chiuso in camera, inducendo gli altri a credere nella sua pazzia). Sally è uno di questi alter ego. Si tratta di una delle canzoni più riuscite del rocker, tanto che egli stesso ha dichiarato in un'intervista che a volte vorrebbe fare un concerto solo per cantare questo brano.

My way - traduzione e significato testo

Non ho specificato My way - Frank Sinatra poichè il testo è stato scritto da Paul Anka sulle note di "Comme d'habitude" di Claude Francois. Però il cantante canadese non si è limitato a tradurre il brano, ma lo ha riscritto da capo. Il testo di Paul Anka è quello che canteranno Elvis Presley, Mirelle Mathieu, Nina Hagen, Michael Buble, Sid Vicius e, naturlamente, The Voice. Noi faremo riferimento a questa versione.

Stupendo - Vasco Rossi

Il testamento spirituale di Massimo Riva. Questa è una delle mie preferite. La musica è del grande cantautore, ma, questa volta, al testo ci ha messo le mani il grandissimo Massimo Riva. Autore già di altri testi capolavoro come "dormi dormi" e "non mi va". La canzone assume un significato ancora più forte se si considera che di li a poco il grande autore/chitarrista morirà di overdose. Lo voglio sottolineare perchè troppo spesso abbiamo scoperto che presunti artisti maledetti, una volta spente le telecamere, facevano una vita da yuppies. Una brutta ipocrisia che rafforza ancor di più la, già sgradevole, sensazione di essere soli ed incompresi. Massimo riva in questo brano ha posto l'accento sul proprio malessere, sul male di vivere in una società che non condivideva i suoi valori. Di provare, letteralmente, il vomito nel vedere come molti dei ribelli degli anni 70 si sia perfettamente integrati in questo modello di potere. La sua morte/suicidio è stato come u…