Passa ai contenuti principali

Sanremo 2015 - Cantanti e Canzoni favorite

Anche quest'anno avevo indovinato: andate a vedere il post su Il Volo se non ci credete!!! L'articolo lo lascio così com'è!
migliori cantanti big partecipanti al festival di sanremo 2015
In po' più in sordina degli anni passati, ci si sta preparando al sessantacinquesimo festival della canzone leggera italiana di Sanremo 2015. Come ogni anno, prima dell'inizio del festival, andrò a riportarvi testo e significato delle canzoni destinate a vincere. Faccio notare che, da quando esiste questo blog, non ho mai sbagliato (cercate i post degli anni passati se non ci credete!). Eccoveli di seguito:

Alex Britti: un'attimo importante.

Alex Britti torna per la quinta volta a Sanremo, festival che gli ha dato soddisfazione solo alla prima apparizione, nel 1999, quando vinse con il brano "oggi sono io", nella sezione nuove proposte. Partecipazione discutibile, visto che, in seguito al successo di "solo una volta", sarebbe stato più giusto farlo partecipare con i big. Per un paio d'anni ci aveva abituato ai tormentoni, poi, senza tanto clamore, sembrava scomparso. Ed eccolo, come tutti i vip in caduta libera, chiedere al festival di avere una nuova possibilità. La possibilità gliela diamo, ma in cambio vorrei ascoltare qualcosa di nuovo e, almeno un po', originale. Alex Britti è, in questo momento, dato per favorito dai bookmaker.

Gianluca Grignani: Sogni Infranti.

Un titolo che sembra descrivere la sua carriera, piuttosto che una canzone. Che nostalgia se ripenso alla mia storia tra le dita o a falco a metà. Poi la decadenza, canzoni sempre più uguali, sempre più tristi, sempre più piatte. A peggiorare ancora le cose ci ha pensato la fama che si è costruito di sciatto e alcolizzato. Spero che questo sia il suo festival della maturità, della rinascita, del ritrovato Grignani. Regalaci ancora un po' di qui sogni che ci avevi promesso!

Irene Grandi: Un vento senza amore.

Questa cantante ha portato un'ondata di freschezza alla musica italiana. Ex fidanzata di Lorenzo Cherubini Jovanotti, e poi cantante allegra, dalla gran voce, fuori dagli schemi. Così almeno appariva quando ha fatto bum bum, poi, per il resto della carriera, non ha fatto altro che scimmiottare se stessa. Spero che abbia preso coscienza del fatto di non avere più 15 anni e cominci a fare sul serio. Non ho voglia di vedere un'altra Rita Pavone rendersi ridicola sui talk show. PS: nota positiva il fatto che la canzone in gara se l'è scritta da se!

Malika Ayane: Adesso e qui.

Grande voce e grande cultura per questa cantante approdata alla musica leggera direttamente dalla Scala di Milano. Sanremo le ha regalato fin'ora solo un premio della critica. Premio di cui ci si può senz'altro fare vanto, ma che in fondo sembra più una medaglia di cartone. Comunque una bella persona da contrapporre ai suoi rivali provenienti dai talent.

Marco Masini: Che giorno è.

Ed ecco lo iettatore che ci riprova, sempre da Sanremo. Masini non è mai stato il mio idolo, ma, detto onestamente, avrebbe i suoi numeri. Purtroppo, quando decise di abbandonare il suo personaggio da iettatore, ha perso i fans. I fans vecchi non lo riconoscono più, mentre i non-fans fanno fatica ad abituarsi ad un cantante che hanno sempre canzonato. Ci ha già provato in passato con Sanremo, vediamo se questa è la volta buona.

Nek: Fatti avanti amore.

Nek difficilmente sbaglia. Ogni sua canzone diventa un tormentone, se non un incubo (per chi non lo ammira). I suoi testi sono commerciali come la sua musica e il suo personaggio, quindi non mi aspetto molto. Quello che è certo è che riuscirà di sicuro a piazzarsi tra le prime posizioni.

Raf: Come una favola.

Raf per me sarà sempre "self control". Brano geniale che in trent'anni non mi ha mai stancato. In italiano ha fatto qualcosa di buono, ma, di album in album, mi sembra sempre più stanco, banale e privo di energia. Sembra quasi che cantare non gli piaccia più. Probabilmente da giovane avrebbe sputato su Sanremo, oggi il festival potrebbe offrirgli una nuova opportunità.

Lorenzo Fragola: Siamo uguali (il favorito)

E come poteva mancare il seguace della de Filippi? Ecco Lorenzo Fragola, della cui canzone non so nulla, ma tanto so già che sarà una banale e inutile canzone d'amore che piacerà tanto alle 14enni. Ci dobbiamo fare l'abitudine ormai... Per chi lo detestasse, non se ne curi molto, entro un anno tutti si saranno dimenticati di lui. La vera novità sarà il testo scritto da Fedez e non dai dinosauri del festival!

Chi è il favorito?

Non ho ancora scritto quale, secondo me, è la canzone favorita. Non è difficile dirlo, ma avrò la certezza solo una volta ascoltati i testi. Ad ogni modo: Lorenzo Fragola parte col sostegno dei fan boy dei realities, che, per definizione, sono efficientissimi quando si tratta di tele-voto. Non sottovalutiamo Gianluca Grignani, oltre alle indubbie doti artistiche, ha preparato bene il festival. Alla gente piace vedere qualcuno rialzarsi, e una grande star, che da ani non raggiunge un grande successo, su cui si vociferano problemi di alcolsmo, potrebbe attirare il consenso del pubblico.  Se poi consideriamo che il conduttore del festival è Paolo Conti che, di conseguenza, si porterà dietro alcuni dei suoi fans, darei una chance anche a qualche cantante datato, come Masini, Nek o Raf. Vista la moda dell'etnico che va forte in Italia, darei una chance anche ad un nome come Malika Ayane. A mano a mano che usciranno novità restringerò il cerchio, fino a darvi il nome di due persone tra le quali, per certo, ci sarà il vincitore.

Commenti

  1. commentucoli patetici e banali

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A rileggerlo ti do anche ragione. Però per il terzo anno di fila ho indovinato i vincitori. Quindi direi: commentucoli patetici e banali, ma autorevoli ;)

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Sally - Vasco Rossi

Chi è Sally. Non tutti hanno ancora capito che quando Vasco scrive una canzone autobiografica si nasconde sempre dentro un alter ego femminile. Ne sono esempi canzoni come Albachiara (il cantante di Zocca che parla della sua diversità) o Jenny è pazza (il cantante che, come molti adolescenti, passa le ore chiuso in camera, inducendo gli altri a credere nella sua pazzia). Sally è uno di questi alter ego. Si tratta di una delle canzoni più riuscite del rocker, tanto che egli stesso ha dichiarato in un'intervista che a volte vorrebbe fare un concerto solo per cantare questo brano.

My way - traduzione e significato testo

Non ho specificato My way - Frank Sinatra poichè il testo è stato scritto da Paul Anka sulle note di "Comme d'habitude" di Claude Francois. Però il cantante canadese non si è limitato a tradurre il brano, ma lo ha riscritto da capo. Il testo di Paul Anka è quello che canteranno Elvis Presley, Mirelle Mathieu, Nina Hagen, Michael Buble, Sid Vicius e, naturlamente, The Voice. Noi faremo riferimento a questa versione.

Stupendo - Vasco Rossi

Il testamento spirituale di Massimo Riva. Questa è una delle mie preferite. La musica è del grande cantautore, ma, questa volta, al testo ci ha messo le mani il grandissimo Massimo Riva. Autore già di altri testi capolavoro come "dormi dormi" e "non mi va". La canzone assume un significato ancora più forte se si considera che di li a poco il grande autore/chitarrista morirà di overdose. Lo voglio sottolineare perchè troppo spesso abbiamo scoperto che presunti artisti maledetti, una volta spente le telecamere, facevano una vita da yuppies. Una brutta ipocrisia che rafforza ancor di più la, già sgradevole, sensazione di essere soli ed incompresi. Massimo riva in questo brano ha posto l'accento sul proprio malessere, sul male di vivere in una società che non condivideva i suoi valori. Di provare, letteralmente, il vomito nel vedere come molti dei ribelli degli anni 70 si sia perfettamente integrati in questo modello di potere. La sua morte/suicidio è stato come u…