Passa ai contenuti principali

Guerriero - Marco Mengoni

Marco Mengoni - Guerriero
Guerriero è il titolo della nuova canzone di Marco Mengoni, singolo che anticipa l'uscita dell'album, prevista per gennaio.
Come sempre, Mengoni non si smentisce scrivendo una testo davvero molto toccante e sensibile.
In un'intervista sul TG1, lui dice che il guerriero è un po' la nostra coscienza, la forza che ci spinge a scegliere una strada piuttosto che un'altra. Aggiunge "il guerriero" lo siamo un po' tutti.
A mio parere, leggendo bene il testo e tenendo conto anche del fatto che è stato lui a creare la regia del video, mi viene da affermare che sia una canzone molto intima.

Secondo me, infatti, il bambino del video non è altro che lui, nella sua fanciullezza indifesa e sensibile ad ogni attacco esterno. Il super eroe, ovviamente, è sempre lui, ma ormai cresciuto e munito di corazza e di esperienza di vita che difficilmente qualcuno potrebbe più scalfire.
È riuscito a diventare un uomo talmente forte che sente di poter difendere la propria sensibilità e la propria fanciullezza, da tutto e da tutti. Pertanto lui è il guerriero, il difensore e il protettore di sé stesso.


La conferma di quello che penso, mi arrivata da questo pezzo di testo:
Io sono un guerriero
veglio quando è notte
Ti Difenderò da incubi E tristezze
Ti riparerò da inganni e maldicenze
E ti abbraccerò per darti forza sempre
Il fatto che dica che difenderà di notte da incubi e tristezze abbracciando per dare forza sempre, è un modo per dire che, ogni volta, saprà quale viaggio introspettivo dovrà fare per arrivare a darsi il giusto coraggio per rialzarsi anche nei momenti più inconsci, fase onirica.

Altro punto fermo in cui mi conferma che sta parlando alla sua fanciullezza è racchiuso proprio nel ritornello:
E amore il mio grande amore che mi credi
Vinceremo contro tutti e resteremo in piedi
E resterò al tuo fianco fino a che vorrai
Ti difenderò da tutto, non temere mai
Sta parlando di un amore leale ed indissolubile, pronto a difendere e a rialzarsi in piedi in qualunque avversità il destino lo faccia imbattere. Totale lealtà e devozione per la sua parte più sensibile.

Comunque, se leggeste il testo che riporto qui sotto pensando che è una canzone introspettiva, ne avrete conferma pure voi che quanto ho scritto è, molto probabilmente, corretto:
Non temere il drago
Fermerò il suo fuoco
Niente può colpirti dietro questo scudo
Lotterò con forza contro tutto il male
E quando cadrò tu non disperare
Per te io mi rialzerò
Io sono un guerriero e troverò le forze
Lungo il tuo cammino
Sarò al tuo fianco mentre
Ti darò riparo contro le tempeste
E ti terrò per mano per scaldarti sempr
Attraverseremo insieme questo regno
E attenderò con te la fine dell'inverno
Dalla notte al giorno, da Occidente a Oriente
Io sarò con te e sarò il tuo guerriero
(ritornello)
Ci saranno luci accese di speranze
E ti abbraccerò per darti forza sempre
Giurò sarò roccia contro il fuoco e il gelo
Veglio su di te, io sono il tuo guerriero
Di seguito potete trovare una cover della canzone davvero molto carina.


Commenti

  1. Per me e un inno a Gesù lui è il nostro Guerriero!!!!basta pensare al Regno Oriente il Dragone sia lodato Gesù Cristo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti il tema religioso è ricorrente nelle canzoni di Marco Mengoni. Basti pensare all'essenziale, che secondo molti è dedicata proprio a Gesù, o alla fede in generale

      Elimina
  2. Cmq complimenti Marco sei un grande artista

    RispondiElimina
  3. SECONDO ME VUOLE DIRE CHE LA NOSTRA COSCIENZA CHIAMATA ANIMA E IL NOSTRO VERO DIO E LUI CHE TOCCA SENTIRE MA NON GLI ALTRI PERCHE SOLO COSI PUOI CAPIRE CHI SEI VERAMENTE E COSA VUOI VERAMENTE NON SFIDARE TE STESSO MA COMBATTI PER QUELLO CHE SEI PER DIVENTARE ANCORA PIU FORTE E COSI TROVERAI LA TUA LUCE

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Blowin' in the wind - Bob Dylan

Stati Uniti in guerra! Ed ecco la meraviglia del grande poeta! Blowin'in in the wind, come tutti i brani di Bob Dylan, si presenta con un testo semplice e profondo. Ancora una volta devo ricordarvi che siamo nel 1963 e che gli Stati Uniti sono in guerra. Ancora una volta il poeta ci parla di guerra, ma sempre dall'alto, senza alzare il dito, senza toni forti, senza accuse. Anzi, in questo brano sembra quasi che fare la guerra sia uno degli istinti dai quali l'uomo non si potrà mai liberare. Prima di spiegare il significato del testo ve lo pubblico nella versione originale in inglese e nella sua traduzione (per quanto tradurre una poesia sia di fatto impossibile) in italiano.

Sally - Vasco Rossi

Chi è Sally. Non tutti hanno ancora capito che quando Vasco scrive una canzone autobiografica si nasconde sempre dentro un alter ego femminile. Ne sono esempi canzoni come Albachiara (il cantante di Zocca che parla della sua diversità) o Jenny è pazza (il cantante che, come molti adolescenti, passa le ore chiuso in camera, inducendo gli altri a credere nella sua pazzia). Sally è uno di questi alter ego. Si tratta di una delle canzoni più riuscite del rocker, tanto che egli stesso ha dichiarato in un'intervista che a volte vorrebbe fare un concerto solo per cantare questo brano.

My way - traduzione e significato testo

Non ho specificato My way - Frank Sinatra poichè il testo è stato scritto da Paul Anka sulle note di "Comme d'habitude" di Claude Francois. Però il cantante canadese non si è limitato a tradurre il brano, ma lo ha riscritto da capo. Il testo di Paul Anka è quello che canteranno Elvis Presley, Mirelle Mathieu, Nina Hagen, Michael Buble, Sid Vicius e, naturlamente, The Voice. Noi faremo riferimento a questa versione.