Passa ai contenuti principali

Tensione evolutiva - Jovanotti


Jovanotti - Tensione evolutiva

Tensione evolutiva.

Ancora una volta Jovanotti cerca di "scavare" dentro all'uomo. Scavare è la parola giusta, visto che il cantautore naturalizzato toscano ormai sembra cercare in tutti i modi di togliere tutto ciò che è "fisico" e andare a cercare l'anima nelle cose. In questo caso la "cosa" in questione è l'umanità.

150000 anni di storia dell'uomo.

Molto sintetica, ma non per questo meno efficacie, la parte introduttiva in cui Lorenza tracce le tappe che hanno visto l'essere umano "impadronirsi" del mondo, da quando eravamo pesci, fino ai giorni nostri. E qui si arriva al dunque "nessuno si disseta ingoiando la saliva!".

Un vuoto da riempire.

Il vuoto da riempire è quello che sta tra lo stomaco e la gola, ovvero il cuore. "Pioggia, vento e sangue nelle vene" sono le cose di cui la vita ha continuamente bisogno. Non importa dove sia arrivato l'uomo oggi, se ha il controllo del fuoco e del frigorifero, se abbiamo delle macchine che sembrano un miracolo, la vita finirebbe se non continuasse a piovere ed a soffiare il vento, visto che la saliva non basta a dissetarsi. Che tradotto in altre parole significa che "l'uomo non può bastare a se stesso". Abbiamo bisogno della natura che ci da l'acqua e il vento per saziare il nostro corpo, ma allo stesso modo, millenni di tensione evolutiva, non sono stati in grado di creare un'uomo che non avesse avuto bisogno dell'amore, di riempire quel vuoto che c'è tra la gola e lo stomaco. Come sempre Jovanotti utilizza parole molto semplici per le sue canzoni, ma questa volta il significato è tutt'altro che immediato. Una nuova "esplorazione" del cantante di gimme five, che in oltre 20 anni di carriera non ha mai smesso di sperimentare nuove vie. Di seguito il testo.

Testo di tensione evolutiva.

Abbiamo camminato sulle pietre incendescentiabbiamo risalito le cascate e le correntiabbiamo attraversato gli oceani e i continentici siamo abituati ai più grandi mutamentisiamo stai pesci e poi rettili e mammiferiabbiamo scoperto il fuoco e inventato i frigoriferiabbiamo imparato a nuotare poi a correree poi a stare immobilieppure ho questo vuoto tra lo stomaco e la golavoragine incolmabiletensione evolutivanessuno si disseta ingoiando la salivaci vuole pioggiaventoe sangue nelle venee sangue nelle venee una ragione per vivereper sollevare le palpebree non restare a compiangermie innamorarmi ogni giorno ogni ora ogni giorno ogni ora di piùdi piùdi piùabbiamo confidenza con i demoni interiorisappiamo che al momento giusto poi saltano fuorici sono delle macchine che sembrano un miracolosappiamo come muoverci nel mondo dello spettacoloeppure ho questo vuoto tra lo stomaco e la golavoragine incolmabiletensione evolutivanessuno si disseta ingoiando la salivaci vuole pioggiaventoe sangue nelle veneci vuole pioggiaventoe sangue nelle venee sangue nelle venee sangue nelle venee una ragione per vivereper sollevare le palpebree non restare a compiangermie innamorarmi ogni giorno ogni ora ogni giorno ogni ora di piùdi piùdi piùdi più



Commenti

Post popolari in questo blog

Sally - Vasco Rossi

Chi è Sally. Non tutti hanno ancora capito che quando Vasco scrive una canzone autobiografica si nasconde sempre dentro un alter ego femminile. Ne sono esempi canzoni come Albachiara (il cantante di Zocca che parla della sua diversità) o Jenny è pazza (il cantante che, come molti adolescenti, passa le ore chiuso in camera, inducendo gli altri a credere nella sua pazzia). Sally è uno di questi alter ego. Si tratta di una delle canzoni più riuscite del rocker, tanto che egli stesso ha dichiarato in un'intervista che a volte vorrebbe fare un concerto solo per cantare questo brano.

My way - traduzione e significato testo

Non ho specificato My way - Frank Sinatra poichè il testo è stato scritto da Paul Anka sulle note di "Comme d'habitude" di Claude Francois. Però il cantante canadese non si è limitato a tradurre il brano, ma lo ha riscritto da capo. Il testo di Paul Anka è quello che canteranno Elvis Presley, Mirelle Mathieu, Nina Hagen, Michael Buble, Sid Vicius e, naturlamente, The Voice. Noi faremo riferimento a questa versione.

Stupendo - Vasco Rossi

Il testamento spirituale di Massimo Riva. Questa è una delle mie preferite. La musica è del grande cantautore, ma, questa volta, al testo ci ha messo le mani il grandissimo Massimo Riva. Autore già di altri testi capolavoro come "dormi dormi" e "non mi va". La canzone assume un significato ancora più forte se si considera che di li a poco il grande autore/chitarrista morirà di overdose. Lo voglio sottolineare perchè troppo spesso abbiamo scoperto che presunti artisti maledetti, una volta spente le telecamere, facevano una vita da yuppies. Una brutta ipocrisia che rafforza ancor di più la, già sgradevole, sensazione di essere soli ed incompresi. Massimo riva in questo brano ha posto l'accento sul proprio malessere, sul male di vivere in una società che non condivideva i suoi valori. Di provare, letteralmente, il vomito nel vedere come molti dei ribelli degli anni 70 si sia perfettamente integrati in questo modello di potere. La sua morte/suicidio è stato come u…