Passa ai contenuti principali

Festival di Sanremo 2014 - Ecco i big più probabili

In attesa della comunicazione ufficiale dell'elenco dei cantanti ammessi al festival, che avverrà il 18 dicembre, continua la gara tra le varie riviste di gossip, per indovinare chi saranno i big presenti. In particolare la rivista "Chi" ha elencato 13 cantanti che, con ogni probabilità, saranno presenti al grande evento canoro. Poco importa se questi esclusive vengono sistematicamente confutate, l'importante è far parlare (e agli organizzatori del festival va bene così).

Ad ogni modo secondo loro i presenti sicuri saranno:
  1. Antonio di Maggio
  2. Noemi
  3. Giusy Ferreri
  4. Alex Britti
  5. Ron
  6. Grancesco Renga
  7. Francesco Sarcina
  8. Otto Ohm
  9. Caparezza
  10. Gianluca Grignani
  11. il vincitore di X-Factor
  12. Clementino
  13. Mondo Marcio
Si vocifera inoltre di Max Gazzè, Daniele Sivestri, Nicolò Fabi e i Tiro Mancino.
Tra questi, dal punto di vista dei testi, quelli che mi incuriosiscono di più sono:

Max Gazzè.

Testi molto elaborati, anche se non sempre indovinati. Sicuramente poco "sanremesi", motivo per il quale sono curioso di vederlo all'Ariston.

Giusy Ferreri.

Il suo testo migliore è stato "ma il cielo è sempre più blu", peccato che fosse una cover del leggendario Rino Gaetano. Le sue canzoni sono invece impregnate di un forte pessimismo, che poco spesso guadagna il consenso di questo pubblico

Gianluca Grignani.

Geniale il suo primo album, e, anche se sembra assopito, un genio può sempre sorprendere. Tra le canzoni di tutti questi autori "falco senza catene" e "la mia storia tra le dita" hanno i miei testi preferiti.
Comunque poco vale spendere altre parole, aspettiamo piuttosto che esca l'elenco ufficiale.


Commenti

Post popolari in questo blog

Blowin' in the wind - Bob Dylan

Stati Uniti in guerra! Ed ecco la meraviglia del grande poeta! Blowin'in in the wind, come tutti i brani di Bob Dylan, si presenta con un testo semplice e profondo. Ancora una volta devo ricordarvi che siamo nel 1963 e che gli Stati Uniti sono in guerra. Ancora una volta il poeta ci parla di guerra, ma sempre dall'alto, senza alzare il dito, senza toni forti, senza accuse. Anzi, in questo brano sembra quasi che fare la guerra sia uno degli istinti dai quali l'uomo non si potrà mai liberare. Prima di spiegare il significato del testo ve lo pubblico nella versione originale in inglese e nella sua traduzione (per quanto tradurre una poesia sia di fatto impossibile) in italiano.

Sally - Vasco Rossi

Chi è Sally. Non tutti hanno ancora capito che quando Vasco scrive una canzone autobiografica si nasconde sempre dentro un alter ego femminile. Ne sono esempi canzoni come Albachiara (il cantante di Zocca che parla della sua diversità) o Jenny è pazza (il cantante che, come molti adolescenti, passa le ore chiuso in camera, inducendo gli altri a credere nella sua pazzia). Sally è uno di questi alter ego. Si tratta di una delle canzoni più riuscite del rocker, tanto che egli stesso ha dichiarato in un'intervista che a volte vorrebbe fare un concerto solo per cantare questo brano.

My way - traduzione e significato testo

Non ho specificato My way - Frank Sinatra poichè il testo è stato scritto da Paul Anka sulle note di "Comme d'habitude" di Claude Francois. Però il cantante canadese non si è limitato a tradurre il brano, ma lo ha riscritto da capo. Il testo di Paul Anka è quello che canteranno Elvis Presley, Mirelle Mathieu, Nina Hagen, Michael Buble, Sid Vicius e, naturlamente, The Voice. Noi faremo riferimento a questa versione.