Passa ai contenuti principali

Work Bitch - Britney Spears



la cantante britney spears nella canzone lavora cagnaEccoci al nuovo singolo della cantante americana. Queste imitazioni della mitica Madonna, vivono molto di scandaletti, e la nostra ha deciso di farlo già dal titolo della canzone: "Work Bitch". Non so per quale ragione lo trovo tradotto sempre come "lavora stronza", ma la corretta traduzione è "lavora puttana". La traduzione letterale sarebbe volpe, ma, come per lo spagnolo zorra, sta ad indicare una persona che pratica il lavoro più antico del mondo. Di seguito vi metto testo e traduzione, ma la spiegazione la metto qui, tanto è di poche righe. 
britney spears nei tempi bui in cui non curava il suo aspettoCosa si dice in questa canzone? Che se vuoi vivere nel lusso devi lavorare! Ma non solo, vuoi un fisico perfetto? Vai in palestra e lavora! Vuoi diventare presidente? Mettiti a lavorare! Perchè puttana? Semplice: perchè molte ragazzine pensano di poter fare strada solo troieggiando. Ad essere italiani sembrerebbe pure la strada più facile :D
britney spears ai tempi del suo primo albumIn questo testo ci vedo molto di autobiografico. La Britney è emersa con la canzone one more time. Che possa piacere o no il pop commerciale, si presentava come una bella ragazzina, curata nell'aspetto, con ottime capacità di ballo e un'impostazione vocale quasi perfetta. Inutile dire che quello era il frutto di anni di duro lavoro. Magari aveva ereditato un dono di natura che le ha reso tutto più facile che ad un altro, ma il lavoro c'è sicuramente stato, un duro lavoro che avrebbe anche potuto non dare i frutti. 
Con il successo sono arrivati i soldi, le feste, il potere e tutte le "cose belle". Poi la nostra teenager ha scoperto che avrebbe potuto facilmente continuare a cavalcare l'onda facendosi fotografare ubriaca, senza mutandine assieme a Paris Hilton, mentre si ingroppava il primo (o la prima) che capita. Ma come insegna la maestra italoa mericana (mi riferisco a Veronica Ciccone) persino quella degli scandali è un arte alla quale bisogna lavorare con impegno e costanza, e così le vacche grasse sono finite! 
Forse la Spears ha imparato la lezione, si è ripresentata al pubblico con un fisico finalmente restaurato, con una canzone decente (al pop commerciale non si chiede molto, magari un pizzico di originalità) e, per non sbagliarsi, con un titolo scandaloso. Speriamo che sia l'inizio del suo secondo tempo, e che ritrovi la dignità artistica che aveva alle origini. PS: nel testo tradurrò bitch con cagna che secondo me rende meglio l'idea.

In bocca al lupo Britney Spears.
You want a hot body?
You want a Bugatti?
You want a Maserati?
You better work bitch
You want a Lamborghini?
Sippin martinis?
Look hot in a bikini?
You better work bitch
You wanna live fancy
Live in a big mansion
Party in France
You better work bitch
Now get to work bitch
Bring it on
Ring the alarm
Won’t stop now
Just be the champion
Work it hard like
it’s your profession
Watch out now
Cause here it comes
Here comes Britney
Here comes the master
Here comes the big beat
Beat that go faster
No time to quit now
Just try to get it now
Pick up what I’m letting down
You want a hot body?
You want a Bugatti?
You want a Maserati?
You better work bitch
You want a Lamborghini?
Sippin martinis?
Look hot in a bikini?
You better work bitch
You wanna live fancy
Live in a big mansion
Party in France
You better work bitch
Now get to work bitch
Break it off
Break it down
See me comin’
You can hear my sound
Tell somebody 
in your town
Spread the word
Spread the word
Go call the police
Go call the governor
I bring the trouble
Didn’t mean to trouble ya
I’ll make the governor
Call me the governor
I am the bad bitch
The bitch that you never know
Hold your head high
Fingers to the sky
They gon’ try to try ya
But they can’t deny ya
Keep it building higher and higher
Keep it building higher and higher
So hold your head high
Fingers to the sky
Now they don’t believe ya
But they gonna need ya
Keep it building higher and higher
Traduzione:
 Vuoi un corpo da urlo?
Vuoi una Bugatti?
Vuoi una Maserati?
Meglio che lavori, cagna
Vuoi una Lamborghini?
Bere il Martini?
Essere sexy in bikini?
Meglio che lavori, cagna
Vuoi vivere in modo frivolo
Vivere in una casa gigante
Far festa in Francia

Meglio che lavori, cagna
Meglio che lavori, cagna
Ora via a lavorare, cagna
Fallo succedere
Suona l’allarme
Non fermarti
Sii il campione
Lavora duro come
fosse la tua professione
Attento ora
Sta per arrivare
Ecco Britney

Arriva la maestra
Arriva il grande beat
il beat che va veloce 

Non si può smettere ora
cerca di prenderlo ora
prendi ciò che sto lasciando
Vuoi un corpo da urlo?
Vuoi una Bugatti?
Vuoi una Maserati?
Meglio che lavori, cagna
Vuoi una Lamborghini?
Bere il Martini?
Essere sexy in bikini?

Meglio che lavori, cagna
Vuoi vivere in modo frivolo
Vivere in una casa gigante
Far festa in Francia
Meglio che lavori, cagna

Meglio che lavori, cagna
Ora via a lavorare, cagna
Fermati
Smettila
Guarda che sto arrivando
Puoi ascoltare il mio suono
Dillo a qualcuno
nella tua città
Spargi la voce
spargi la voce
Chiama la polizia
chiama il governatore
porto guai
non volevo metterti nei guai
Farò il governatore
chiamami governatore
sono la peggior cagna
la cagna che non hai conosciuto
tieni su la testa
le dita verso il cielo
cercheranno di metterti alla prova
ma non possono negarti
mandala più in su, più in su
tieni su la testa
le dita verso il cielo
ora non ti credono
ma avranno bisogno di te

mandala più in su, più in su


Commenti

Post popolari in questo blog

Sally - Vasco Rossi

Chi è Sally. Non tutti hanno capito che quando Vasco scrive una canzone autobiografica si nasconde sempre dentro un alter ego femminile. Ne sono esempi canzoni come Albachiara (prima delle critiche andatevi a leggere il mio post "Albachiara non è una canzone d'amore), Jenny è pazza o brava Giulia, tanto per citarne qualcuna. Sally è uno di questi alter ego. Si tratta di una delle canzoni più riuscite del rocker di Zocca, tanto che egli stesso ha dichiarato in un'intervista che a volte vorrebbe fare un concerto solo per poter cantare questa canzone.

Classifica delle 100 migliori canzoni italiane di sempre

Disclamer: fare una simile classifica è sempre una cosa sciocca. Il risultato sarà sempre e comunque sindacabile. Allora perché la faccio? Così, per ingannare il tempo e divertirmi un po. Bello sarebbe anche se desse l'inizio ad un sano dibattito. Non cadiamo nel tranello di dare il via a sterili litigi. Per chi volesse esistono già numerosi siti dove litigare.
Stilare una simile classifica non è facile ed il risultato dipende esclusivamente dai parametri che si intendono utilizzare. Quelli a cui mi andrò a riferire sono:

successo della canzoneimpatto sociale nel momento in cui è stata pubblicatalongevità del successouniversalità del messaggio e del suonoprofondità del testocapacità di superare le barriere del tempo. Ogni volta che rileggo la classifica ci farei dei cambiamenti. Questo perché certi fenomeni sociali riescono a far tornare verde un messaggio mentre altri, col tempo, perdono la loro forza. Di fronte all'attuale crisi europea, chi non ha trovato attuali le canzoni…

Stupendo - Vasco Rossi

Il testamento spirituale di Massimo Riva. Stupendo è una delle mie canzoni preferite del grande Blasco! La musica è sua, ma, questa volta, al testo ci ha messo le mani un immenso Massimo Riva. Autore già di altri testi capolavoro come "dormi dormi" e "non mi va". La canzone assume un significato ancora più forte se si considera che di li a poco il grande autore/chitarrista morirà di overdose. Morire di overdose nel 1999, più che una morte accidentale, sembra un suicidio. Questo da ancora più forza e credibilità ad un testo che parla del male di vivere e del sentirsi inadeguati per questa società marcia e corrotta. Lo voglio sottolineare perché troppo spesso abbiamo scoperto che presunti artisti maledetti, una volta spente le telecamere, facevano una vita da yuppies. Mi viene in mente qualcuno che fino a ieri cantava canzoni come "nessuno" e oggi "comunisti col rolex". Una brutta ipocrisia che rafforza ancor di più la, già sgradevole, sensazione…