Passa ai contenuti principali

Vasco e la droga

droga nelle canzoni di vasco rossi
Ricordate, negli anni 80, quando Vasco veniva accusato di fare propaganda alla droga? Vasco si è sempre smarcato da queste accuse, eppure, se andiamo a leggere alcuni testi dell'epoca, bè... fanno pensare. Arrivati gli anni 90, con il successo, l'artista si è dovuto adattare alle logiche del mercato ed ha sempre bissato sul tema, ma qui vorrei riflettere sui testi di alcune delle canzoni che lo hanno portato al successo.
Un primo accenno lo si può ascoltare nel brano che lo ha portato alla ribalta: "fegato spappolato". Ma è con l'album "siamo solo noi" che comincia a fare sul serio, in particolare con la canzone che da il titolo al disco. "Sballi ravvicinati del 3° tipo", contrariamente a quello che sembra, non ha nulla a che vedere con la droga, o, almeno, con la droga in senso stretto. La droga in quella canzone sono le illusioni e le false promesse che hanno fatto perdere alle persone il senso della realtà, esattamente come farebbe un'acido.

Siamo Solo Noi

Siamo solo noi
che andiamo a letto la mattina presto
e ci svegliamo con il mal di testa
Tutto chiaro, tornare tardi e sfatti la notte.
che non ci sappiamo limitare
svegliarsi col mal di testa potrebbe essere un eccesso alcolico, ma il non sapersi limitare significa andare oltre al limite, forse droga?
che non abbiamo più rispetto per niente
neanche per la mente
Questo toglie ogni dubbio: non aver rispetto per la mente significa assumere droga. Infatti si sa che la droga distrugge il cervello. Non ritengo utile commentare il resto del testo, visto che alla fine il messaggio è abbastanza esplicito. Lo vedo come un inno dei tossicodipendenti. Un po come un gay pride, delle persone che per anni sono state emarginate, che orgogliosamente rivendicano il loro diritto di essere (se pur con nobiltà di ragioni assai diverse).

Compaiono poi canzoni dai titoli più vari, come "cosa ti fai" e "sono ancora in coma", ma le canzoni più "forti" arriveranno con "cosa succede in città" (naturalmente tralascio di far notare l'analogia che vi è tra coca cola e cocaina nella canzone "bollicine", spero che se ne siano accorti tutti).

Ricordiamo che il Komandante in quegli anni attraversava un periodo molto particolare, culminato proprio per un arresto per droga (anzi due).

Domani si, adesso no - Cosa succede in città

Apparentemente sembra una canzone dedicata ad una ragazza che lo illude, ma alla fine non gliela molla mai. Ma stiamo un po attenti:
LORO NON SANNO COM'E' FACILE
INNAMORARSI DI UNA COME TE
PIUTTOSTO CHE MORIRE IMMOBILE
MEGLIO MORIRE DI TE...
Il Vasco in questione è quello degli anni 80, affascinato dal mito della gioventù bruciata, di James Dean e, soprattutto, di Steve Mc Queen e Mick Jagger. In quest'ottica è facile capire che qui si parla di eroina, droga di cui è facilissimo innamorarsi e che ti porta alla morte. Ma come dicevano i figli di kerouac meglio morire vivendo al massimo, che morire di noia...

Girano per la strada
voci su te e me
dicono che la storia
la nostra Storia è
un'altra Storia Persa....poi...
Come già detto in brani come "fegato spappolato" giravano già voci sul fatto che Vasco avesse una storia con la droga (avere una storia con la droga era un'espressione molto in voga negli anni 80 per dire che uno era tossicodipendente) , "la storia persa" perchè anche lui "si era perso" dietro alla droga (altra espressione di quegli anni).
Poi dicono anche che...
che SPLENDIDA E PERVERSA...TU
ti prendi gioco di me...
I moniti delle persone, che gli dicono che la droga è una cosa perversa, ceh ti illude e poi di distrugge.
Domani sì, adesso no
poi dici sempre "non lo so"
Domani sì, Adesso no...
...no...no...no...
Sempre la stessa storia
la stessa Vecchia Storia che...
mi capita ogni volta
che incontro una come TE!! 
La solita cantilena del tossicodipendente. Ti prego dammi i soldi, domani giuro che smetto... Oggi no, non posso... ti guiro che domani si smetto.... sempre la stessa storia insomma, di chi incontra la droga (che io da buon tabagista capisco perfettamente).
PORCA MISERIA
NON PRENDI FUOCO MAI!!!
PORCA MISERIA
FAMMI MORIRE DAI!!!
Forse un po' ironico. Indica comunque la fase in cui si fa sciogliere l'eorina. In questa frase leggera ed ironica c'è tutta l'ansia del tossico che si prepara ad assumere la dose. Il fammi morire ha un doppio senso: quello legato al piacere, ma anche la consapevolezza che questo vizio lo perterà a morire davvero

Sensazioni Forti - Colpa d'alfredo

Non sappiamo a quali sensazioni si riferisca, ma butto qui una strofa, tanto per farcene un'idea: "Sensazioni sensazioni vogliono tutti provare non ci bastano le solite emozioni vogliamo bruciare"

T'immagini - Cosa succede in città

Droga nelle canzoni di Vasco Rossi
Capì questa canzone a 15 anni, quando vidi Massimo Riva fare il segno di iniettarsi una siringa sul braccio nella frase "domani tutti quanti smettessimo". È pesante e raffinato atto d'accusa diretto ai moralisti (cosa peraltro non nuova nelle canzoni del Vasco). 

T'IMMAGINI
la faccia che farebbero
se da domani davvero
davvero tutti quanti "smettessimo"!!
T'IMMAGINI
quante famiglie sul lastrico
altro che crisi del dollaro
questa sì che sarebbe la Crisi del Secolo!!!
I preti, la tv, i professori, tutti non facevano altro che invitare i drogati ad abbandonare il vizio (e negli anni 80 vi assicuro che se ne parlava tantissimo, molto più di oggi) e il Vasco, nel suo stile canzonatorio dice, "pensa se lo facessimo davvero". Pensa cosa succederebbe, l'economia crollerebbe! Altro che spread. Vorrei  vedere la loro faccia...
Secondo me
qui c'è qualcuno che ha sbagliato mestiere...
non voglio mica dire che sia in mala fede...per carità....
pero'...pero' qui qualche cosa NON VA!!!
Quel qualcuno sono i moralisti, che magari, senza saperlo vivono e arricchiscono grazie alla droga! Non si vuole accusare nessuno, e nemmeno dire che la droga sia un mercato da proteggere (non voglio mica dire che sia in malafede) però qualche conto non torna.

T'IMMAGINI
la fregatura che han preso
quelli che son partiti
tutti di corsa, tutti quanti per il Messico...
 Sempre loro, quelli che vivono di droga. Quelli che hanno persino aperto mercati con il Messico per procurarsene. Questo lascia intendere che in mezzo ci sono anche dei "pezzi grossi"
Fantasie, fantasie che volano libere
fantasie che a volte fan ridere
fantasie che credono alle favole...
Alla fine sono solo fantasie, la droga ci sarà sempre.
T'IMMAGINI
se fosse sempre Domenica
tu fossi sempre libera
e se tua madre fosse meno Nevrotica!!!

Fantasie, fantasie che volano libere
fantasie che a volte fan ridere
fantasie che credono alle favole...
....favole, favole, favole, favole,
favole......FA! FA! FAVOLE!!!!! 
Se siamo così fantasiosi da immaginare un mondo senza droga allora immaginiamoci pure un modo dove è sempre Domenica, dove si possa fare sempre ciò che ci va e dove le madri non siano rompano le scatole. Insomma, non esisterà mai un mondo così, come non esisterà mai un mondo senza droga, visto che alla fine la droga la consumano i tossici, ma crea anche reddito ai potenti
.

Potrei andare avanti a lungo ad elencare i riferimenti alla droga nelle canzoni del grande Vasco, ma questi due trovo siano i più rappresentativi.



Commenti

  1. non vedo dove si parli di droga in sono ancora in coma..non basta un titolo ad etichettare una canzone..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti dissi che in quegli anni comparivano i "titolo più vari". Solo dopo arrivano i testi che parlano davvero di droga (che invece hanno titoli mascherati).

      Elimina
  2. Secondo me e un interpretazione un po forzata.

    RispondiElimina
  3. a parte T'Imnagini dv nella Strofa "Se tutti quanti smettesse" il Riferimento è Vero... x il resto ho letto una marea di stronzate... anke xkè Vasco nn ha Mai Usato né Tantomeno Inneggiato all'Ironia... ma è facile il giokino... x Esempio... Ramazzotti in Adesso Tu Parla di Droga... è Evidente... Basta Leggerla Cm La Leggi Tu... e pure venditti in alta marea... Potrei Continuare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Tu sei il mio signore altri io non Ho
      Anche questo é evidentemente un testo scritto da un tossico dipendente che inneggia all'eroina, schiavo della droga

      Ma che cosa state scrivendo secondo me l'unico tossico e sessualmente depresso è l'autore del testo di questo blog!!!
      "Eroina cocaina gay "

      La fisica quantistica dice che la nostra realtà è semplicemente il frutto della nostra osservazione
      Quindi se sei un tossico vedi la droga in tutte le cose se sei un gay (E mi scuso con tutti i i miei amici omosessuali) vedi gay da tutte le parti

      Elimina
  4. Vabbè ma può significare quello che hai interpretato tu come può significare tante altre cose.. solo Vasco sa e potrebbe dirci realmente cosa aveva nella mente quando scrisse quelle canzoni.

    RispondiElimina
  5. Vabbè ma può significare quello che hai interpretato tu come può significare tante altre cose.. solo Vasco sa e potrebbe dirci realmente cosa aveva nella mente quando scrisse quelle canzoni.

    RispondiElimina
  6. beh credo che tra le canzoni di vasco ci siano alcune molto più esplicite di quelle che hai citato come ad esempio sensazioni forti in cui dice: "sensazioni sensazioni vogliono tutti provare non ci bastano le solite emozioni vogliamo bruciare", oppure che ironia. Ma vasco è diventato un grande proprio perchè cantava di stomaco, poi col tempo gli è passato il mal di pancia ed ora meglio non ascoltarlo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari sei un po' troppo drastico, ma fondamentalmente sono d'accordo con te. Ho visto il mio primo concerto di Vasco a Pordenone nel 1987, ma l'ultima tournee l'ho snobbata di brutto! Comunque rispetto sempre per il Rocker!

      Elimina
  7. Sono d'accordo non ho niente di personale contro questo cantante, può fare e vivere come meglio credo ma ho visto molti miei amici che sono finiti nel tunnel della tossicodipendenza che avevano come modello esempio questo cantante le sue canzoni e il suo modo di vivere.

    RispondiElimina
  8. Sono d'accordo non ho niente di personale contro questo cantante, può fare e vivere come meglio credo ma ho visto molti miei amici che sono finiti nel tunnel della tossicodipendenza che avevano come modello esempio questo cantante le sue canzoni e il suo modo di vivere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oggi il Vasco si vende come una persona che pratica sport e che vive una vita sana. Anzi, in un intervista di alcuni anni fa diceva che è sempre stato impegnato e determinato per raggiungere il successo. Viene da pensare che la droga e la vita spericolata siano stati solo una merce da vendere... Lo dico nel massimo rispetto per la sua carriera di musicista

      Elimina
    2. Secondo te allora non ha vissuto veramente da rockstar ma può darsi che la vita spericolata e il resto.. lo ha fatto solo per immagine ?

      Elimina
    3. Non posso saperlo, ma potrebbe essere benissimo :(
      Ho lavorato diversi anni nel mondo della musica, ormai non credo più alle apparenze

      Elimina
  9. Bho, in molte canzoni si capisce che parla di droga, è ovvio, ma secondo me non invita nessuno ad usarla ecco.. dice che la maggior parte della sua generazione ne fa uso, si diverte anche eh, ma quelli che hanno preso queste canzoni come invito a drogarsi (e poi l'hanno fatto davvero) hanno scelto di farlo con la loro testa, e non perché ne hanno sentito parlare in alcune canzoni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo a condurre un ragazzo alla droga concorrono diversi elementi. Spesso alla base ci sono insicurezza, drammi familiari o altro. Non credo che basti una canzone. Il problema della musica è che a volte serve a demonizzare la droga. A farla passare come una cosa divertente... Ma certo non si può dire che sia la musica ad aver inventato la droga e nemmeno pretendere che la elimini.

      Elimina
  10. Bho, in molte canzoni si capisce che parla di droga, è ovvio, ma secondo me non invita nessuno ad usarla ecco.. dice che la maggior parte della sua generazione ne fa uso, si diverte anche eh, ma quelli che hanno preso queste canzoni come invito a drogarsi (e poi l'hanno fatto davvero) hanno scelto di farlo con la loro testa, e non perché ne hanno sentito parlare in alcune canzoni.

    RispondiElimina
  11. Inneggiare alle droghe da un lato é liberatorio e indica "altre possibili strade"..dall altro fa "figo" specie in un certo tipo di musica,guarda gli Stones con brown sugar,o Clapton con Cocaine,o Beatles post '66 con per es. "I want you.." o John Lennon con Cold Turkey..ecc ecc..(per non parlare di altre arti come in letteratura...)
    lui non ha fatto altro che trasporre quel tipo di "facile presa" sulla massa giovane e con voglia di ribellione e sballo (parlo senza moralismi)...e se vogliamo, lo ha fatto anche con maestria per chi lo vuole apprezzare...
    Poi é chiaro che DEVE negare.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Sally - Vasco Rossi

Chi è Sally. Non tutti hanno ancora capito che quando Vasco scrive una canzone autobiografica si nasconde sempre dentro un alter ego femminile. Ne sono esempi canzoni come Albachiara (il cantante di Zocca che parla della sua diversità) o Jenny è pazza (il cantante che, come molti adolescenti, passa le ore chiuso in camera, inducendo gli altri a credere nella sua pazzia). Sally è uno di questi alter ego. Si tratta di una delle canzoni più riuscite del rocker, tanto che egli stesso ha dichiarato in un'intervista che a volte vorrebbe fare un concerto solo per cantare questo brano.

My way - traduzione e significato testo

Non ho specificato My way - Frank Sinatra poichè il testo è stato scritto da Paul Anka sulle note di "Comme d'habitude" di Claude Francois. Però il cantante canadese non si è limitato a tradurre il brano, ma lo ha riscritto da capo. Il testo di Paul Anka è quello che canteranno Elvis Presley, Mirelle Mathieu, Nina Hagen, Michael Buble, Sid Vicius e, naturlamente, The Voice. Noi faremo riferimento a questa versione.

Stupendo - Vasco Rossi

Il testamento spirituale di Massimo Riva. Questa è una delle mie preferite. La musica è del grande cantautore, ma, questa volta, al testo ci ha messo le mani il grandissimo Massimo Riva. Autore già di altri testi capolavoro come "dormi dormi" e "non mi va". La canzone assume un significato ancora più forte se si considera che di li a poco il grande autore/chitarrista morirà di overdose. Lo voglio sottolineare perchè troppo spesso abbiamo scoperto che presunti artisti maledetti, una volta spente le telecamere, facevano una vita da yuppies. Una brutta ipocrisia che rafforza ancor di più la, già sgradevole, sensazione di essere soli ed incompresi. Massimo riva in questo brano ha posto l'accento sul proprio malessere, sul male di vivere in una società che non condivideva i suoi valori. Di provare, letteralmente, il vomito nel vedere come molti dei ribelli degli anni 70 si sia perfettamente integrati in questo modello di potere. La sua morte/suicidio è stato come u…