Passa ai contenuti principali

One day / Reckoning Song - Asaf Avidan


Asaf Avidan - One day / Reckoning Song
Asaf Avidan è un grande cantautore di origini israeliane inoltre è anche un bravissimo compositore di musiche. In questo modo garantisce la giusta base musicale al testo, portandolo a diventare un capolavoro.

Il titolo della canzone “One day / Reckoning song”  personalmente ritengo che significhi ‘la canzone con la quale un giorno farai la resa dei conti’ e con la spiegazione del testo capirete perché il cantautore ha scelto questo titolo.

Il testo si potrebbe dividere, virtualmente, in 4 teneri atti. Nel primo fa una presentazione  di se stesso in cui dice di non provare più alcun sentimento per la ragazza che lo ha lasciato, infatti, seguendo il testo dice che di non avere più lacrime per lei perché le ha già versate tutte e non prova più ne sentimenti di gioia ne di dolore ed è arrivato al punto che non la pensa più tutto il tempo.
Il secondo atto è quello in cui dice che on avrebbe voluto che lei se ne andasse perché quando la pensa si meraviglia del perché abbia scelto  di chiudere anche la storia con lui. Sentiva che la storia sarebbe durata e pertanto si sentiva ricco. Non poteva immaginare la povertà in cui sarebbe caduto quando lei lo avrebbe lasciato.

Dopo di che pare il terzo atto che è una specie di ritornello dove immagina il loro futuro insieme e lo dice così:
One day baby , we’ll be old 
Oh baby, we’ll be old 
And think of all the stories that we could have told.
Sta dicendo che un giorno loro saranno vecchi e ripenseranno ai moment vissuti insieme, momenti che potrebbero raccontare ai figli che ascolteranno con poco interesse perché avranno le loro faccende da sbrigare.

Il quarto atto dove i pensieri soavi vengono cancellati dal dolore e lo fa scrivendo che lei è una bugiarda e che continuerò ad andare avanti consapevole che è solo lui stesso il colpevole del dolore che prova.
Ma non piangerà più anche se i suoi occhi sono come le nuvole cariche di acqua pronte a sfogarsi.



Personalmente la trovo veramente una gran canzone, è rilassante sotto tutti i punti di vista. 

Commenti

  1. ciao. Non condivido alcune interpretazioni. Su tutti il fatto che il ritornello riguardi una fantasia in cui lui e lei sono insieme e ricordano il passato. Mi sembra una canzone molto malinconica, e secondo me in quelle strofe avidan intende esprimere tutta la tristezza di una separazione: tesoro un giorno saremo vecchi e penseremo (soffrendo) a tutte le storie che avremmo potuto raccontare (se fossimo rimasti insieme)

    RispondiElimina
  2. Io direi invece, come terza parte, che si tratta di un pensiero più profondamente politico. La nazionalità dell'autore ed il testo mi conducono all'utopia della pace Israele/Palestina.
    "And think of all the stories that we could have told...." è la chiusura del sogno dove " pensa a tutto ciò che avremmo potuto raccontarci..." potrebbe essere seguito da: se fossimo stati uniti sotto un'unica bandiera.

    RispondiElimina
  3. In effetti, la interpretazione della terza strofa si presta bene a un periodo ipotetico della irrealtà-alle impossibili storie raccontate dai due- . Quella politica non è impossibile, sebbene siano insufficienti elementi nel testo (salvo origine autore) atti a supportarla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vorrei portare una precisazione a quanto detto prima. Gli elementi per interpretazione politica sono non sufficientemente espliciti , bisognerebbe dunque approfondire momento storico e situazioni personali coinvolte nella genesi del brano

      Elimina
  4. qui si parla du lui e lei, ma non è così, è lui e lui...........

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Blowin' in the wind - Bob Dylan

Stati Uniti in guerra! Ed ecco la meraviglia del grande poeta! Blowin'in in the wind, come tutti i brani di Bob Dylan, si presenta con un testo semplice e profondo. Ancora una volta devo ricordarvi che siamo nel 1963 e che gli Stati Uniti sono in guerra. Ancora una volta il poeta ci parla di guerra, ma sempre dall'alto, senza alzare il dito, senza toni forti, senza accuse. Anzi, in questo brano sembra quasi che fare la guerra sia uno degli istinti dai quali l'uomo non si potrà mai liberare. Prima di spiegare il significato del testo ve lo pubblico nella versione originale in inglese e nella sua traduzione (per quanto tradurre una poesia sia di fatto impossibile) in italiano.

Sally - Vasco Rossi

Chi è Sally. Non tutti hanno ancora capito che quando Vasco scrive una canzone autobiografica si nasconde sempre dentro un alter ego femminile. Ne sono esempi canzoni come Albachiara (il cantante di Zocca che parla della sua diversità) o Jenny è pazza (il cantante che, come molti adolescenti, passa le ore chiuso in camera, inducendo gli altri a credere nella sua pazzia). Sally è uno di questi alter ego. Si tratta di una delle canzoni più riuscite del rocker, tanto che egli stesso ha dichiarato in un'intervista che a volte vorrebbe fare un concerto solo per cantare questo brano.

My way - traduzione e significato testo

Non ho specificato My way - Frank Sinatra poichè il testo è stato scritto da Paul Anka sulle note di "Comme d'habitude" di Claude Francois. Però il cantante canadese non si è limitato a tradurre il brano, ma lo ha riscritto da capo. Il testo di Paul Anka è quello che canteranno Elvis Presley, Mirelle Mathieu, Nina Hagen, Michael Buble, Sid Vicius e, naturlamente, The Voice. Noi faremo riferimento a questa versione.